Professione e Vocazione
per Bob Dylan, data di nascita 24 Maggio 1941
Testo di Liz Greene, Copyright © Astrodienst AG 2010
ETVI 6212.502-3, 19.5.10

Indice

I. Introduzione

Come trovare la vera vocazione

II. Come lei vede il mondo

Trovi un canale per comunicare i suoi ideali

III. Attitudini e risorse

Una vita al servizio di grandi ideali Concretizzare una visione elevata A contatto con l'ineffabile Il dono della fede nella bontà della vita Portare nel mondo la propria visione interiore

Ulteriori attitudini e risorse Offrire un contributo al genere umano Saper incanalare uno spirito prometeico

IV. Riconoscere i propri limiti

Impari a godere del momento presente Valorizzi la sua espressione creativa Non sempre il sacrificio di sé è positivo

V. Il modo di lavorare con gli altri

Accetti chi la pensa diversamente da lei

VI. Che cosa significa per lei avere successo

to top

Capitolo I - INTRODUZIONE

to top

Come trovare la vera vocazione

Da bambini la gente ci chiede: "Che cosa vuoi fare da grande?". A quell'età di solito abbiamo molti sogni: vogliamo andare sulla luna, imparare a guidare l'aereo più veloce del mondo, salvare le specie di animali in pericolo o fare qualche scoperta scientifica brillante che trasformerà la vita degli esseri umani. Non siamo ancora abbastanza grandi per preoccuparci del mercato del lavoro e di far quadrare il bilancio per mantenere noi stessi e la nostra famiglia. Abbiamo soltanto i nostri sogni, con la certezza segreta di essere unici e di avere qualcosa di molto speciale da fare nella vita. Anche se i nostri genitori hanno dei sogni diversi dai nostri, noi conosciamo bene la differenza tra i loro e i nostri. Da bambini siamo ancora in grado di sentire la voce dell'anima.

Crescendo, le cose cambiano. Le persone ci dicono: "Faresti meglio a cominciare a pensare a cosa vuoi fare nella vita. Come farai a guadagnarti da vivere?". Non è più il momento di sognare, dobbiamo affrontare la realtà e pensare a come sopravvivere nel mondo. La sensazione interiore di essere speciali si affievolisce di fronte all'evidenza schiacciante dell'elevato tasso di disoccupazione, della concorrenza spietata per ogni posto di lavoro vacante e degli alti e bassi economici, che ci fanno sentire fortunati se abbiamo un'occupazione, qualunque essa sia. E se siamo insoddisfatti di questo lavoro o lo perdiamo, ci sentiamo avviliti, privi di valore e incapaci di fidarci dei nostri sogni e delle aspirazioni più profonde perché potrebbe anche non esserci un altro lavoro. Ma anche se ci fosse, forse già da tempo abbiamo perso quel collegamento interiore che può dirci cosa fa cantare il nostro cuore e ridarci la sensazione di avere qualcosa di molto speciale da fare nella vita.

Questa pubblicazione astrologica riguarda la sua vocazione: ha lo scopo di aiutarla ad avere un'idea delle cose in cui potrebbe riuscire bene e di quelle che potrebbero essere adatte a lei, in modo che la sua vita lavorativa abbia un senso e nel contempo le dia anche un compenso economico. Se sta cercando una direzione, l'astrologia può aiutarla a trovarla e, se l'ha già trovata, può esserle d'aiuto nel confermarla e magari migliorarla. Il termine "vocazione" proviene dalla parola latina che significa "chiamare". Avere una chiamata indica che c'è qualcosa di più profondo in noi, il Sé o l'anima, che conosce il vero motivo per cui siamo qui. Oggi si usa il termine "vocazione" soprattutto per coloro che sentono una chiamata religiosa. Le sfide e i problemi di un mondo in continuo cambiamento, con le sue scoperte rapide e sconvolgenti e i suoi mutamenti politici ed economici, ci spaventano e distolgono la nostra attenzione dall'importanza interiore di ciò che facciamo nella vita. E così molte persone si sentono prive di orientamento o insoddisfatte del loro lavoro, anche se hanno un ottimo stipendio. Pochi di noi hanno la sorte di ereditare una grossa fortuna, la maggioranza deve invece guadagnarsi da vivere. Il lavoro, così come le relazioni umane, occupa un posto centrale nella nostra vita e buona parte delle nostre ore di veglia; ciò nonostante non riusciamo a pensare partendo dal centro verso la periferia, ossia a concentrarci prima su ciò che noi siamo e che ci ispira, per poi cercare gli strumenti adatti a noi nel mondo esterno. Noi pensiamo invece partendo dall'esterno verso l'interno, concentrandoci su ciò che gli altri, o le nostre insicurezze segrete, ci dicono che è possibile. Non siamo stati educati a conoscere e a fidarci di noi stessi e delle nostre capacità, bensì a conoscere soltanto i limiti della realtà esterna, così ce la mettiamo tutta per modellarci secondo questa realtà e adattarci a questi limiti.

Dal momento che il tema natale è personale, l'astrologia c'insegna che ogni individuo possiede una natura e una serie di capacità uniche. Anche se l'oroscopo non può dirci quale azienda ci offrirà un lavoro oppure quale stipendio riceveremo, ci può aiutare però a capire che, se desideriamo che la nostra vita abbia un senso, dobbiamo esprimere nel mondo esterno almeno parte di ciò che siamo dentro di noi. Nessun lavoro è perfetto e ognuno di noi deve scendere a compromessi. Ciò che conta è che quello che facciamo ci metta in relazione con qualcosa di speciale dentro di noi, qualcosa che ci faccia sentire utili e ci spinga ad offrire il meglio di noi stessi alla vita. Le indicazioni dell'astrologia non sono letterali e specifiche, bensì simboliche e psicologiche: ci indicano i campi della vita che ci ispirano, i bisogni della nostra anima e i limiti personali che segnano i confini di ciò che siamo in grado di raggiungere nello spazio di una vita. Non possiamo diventare altro da ciò che siamo e nessun essere umano contiene in sé tutte le possibilità: ognuno di noi riesce bene in cose diverse. La giusta combinazione di realismo e fede in noi stessi ci permetterà di sentire che la nostra vita ha un senso e vale la pena viverla.

Per utilizzare al meglio le indicazioni astrologiche presentate in questa pubblicazione, è importante ricordare tre cose. Prima di tutto, che una solida comprensione dei propri bisogni, potenzialità e limiti è molto più importante dei fatti e delle statistiche che ci presenta il mondo esterno. Ciò non significa che tali dati non siano importanti, ma che anche se esistesse un solo posto di lavoro e quattrocento candidati, noi possediamo più potere di quanto crediamo per creare la nostra realtà. Se questo lavoro è veramente quello giusto per noi e se siamo disposti a seguire la preparazione e la formazione necessarie, in qualche modo e in qualche luogo lo otterremo ad un certo punto della vita. Poi, non dobbiamo aver paura di tentare: provare, fallire e ritentare è molto più importante che non tentare affatto, poiché così possiamo imparare dai nostri sbagli molto di più che dai nostri successi. Può anche essere importante capire perché inconsciamente andiamo in cerca dell'insuccesso oppure non cogliamo le occasioni. Molte persone sono sfortunate non per una mancanza di capacità, ma perché a livello inconscio sono profondamente convinte di non meritare di sentirsi realizzate. Comprendere noi stessi più profondamente può aiutarci a distinguere tra i limiti reali e l'inutile autosabotaggio. Infine, bisogna ricordare che una carta del cielo non può di per sé crearci le opportunità, così come una mappa stradale non può farci fare un viaggio. Un tema natale ci può indicare la direzione e incoraggiarci a manifestare i nostri valori più grandi e i nostri sogni più cari, ma ogni individuo deve prendere la decisione di partire. Se rifiutiamo per paura o per cinismo, rimanendo seduti sulla soglia di casa a rimpiangere ciò che avrebbe potuto essere, non possiamo dar la colpa del nostro scontento all'astrologia o al mondo.

to top

Capitolo II

to top

Come lei vede il mondo

Ognuno di noi vede il mondo in modo diverso e si sente forte e competente in alcuni campi e incerto o poco preparato in altri. Nessuno è perfettamente adatto a ogni esperienza di vita. Il fatto di trovare la direzione giusta dipende in parte dalla sua capacità di valutare la realtà, di adattarsi ad essa e di trovare una situazione esterna che corrisponda alla sua visione di fondo. Ovviamente non è così semplice come cercare un posto in cui lei possa mettere in atto le sue forze evitando di confrontarsi con le sue debolezze. Talvolta impegnarsi a sviluppare alcuni aspetti della personalità di cui si sente insicuro può darle un grande senso di realizzazione. La può anche aiutare se la sua visione della vita è in armonia con ciò che fa, perché potrà sentirsi sicuro e capace di affrontare le sfide che il lavoro le presenta. Può essere ben diverso, se lei riesce a rimanere fedele ai suoi valori e ai suoi bisogni, anziché accettare una situazione nella quale non crede in ciò che fa e neppure nelle persone con cui lavora.

to top

Trovi un canale per comunicare i suoi ideali

Lei è una persona irrequieta che ha un grande bisogno di libertà personale. Si annoia in fretta, per cui può avere difficoltà a svolgere un lavoro ripetitivo per molto tempo. Ha bisogno di persone con cui parlare, di idee che la ispirino e di un pubblico che ascolti il suo modo di pensare ispirato. Potrebbe vendere qualunque cosa a chiunque, purché creda in ciò che vende; potrebbe anche diventare un ottimo insegnante o educatore e avere predisposizione per le lingue. Un lavoro che le richieda di viaggiare o che la metta a confronto con diverse visioni del mondo, con nazionalità e modi di vivere differenti, potrebbe rivelarsi molto gratificante. E' un idealista per natura e le potenzialità per lei sono più importanti della realtà stessa. Quindi, ha bisogno di lavorare in un campo dove possa presentare idee nuove e innovative ed essere a contatto con una grande varietà di persone. Cerchi di evitare un contesto istituzionale in cui sia ostacolato e soffocato dalla ristrettezza mentale e da troppe regole e regolamenti. Lei non è incapace di disciplina, ma preferisce che la disciplina sia dettata da ciò che, a suo avviso, è necessario, anziché dai regolamenti imposti da persone di cui ha poca considerazione. E' poco tollerante nei confronti della stupidità e dell'ignoranza, e ancor meno del pregiudizio e della ristrettezza mentale ostinata. Per la sua ampiezza di vedute, ha bisogno di lavorare in un ambiente in cui gli altri sappiano guardare oltre ai confini del proprio orticello.

Benché le interessino molto le questioni sociali, il mondo della politica la ripugna poiché ha difficoltà a tacere quando c'è qualcosa che le sta molto a cuore. L'ipocrisia non è nel suo stile, quindi ha bisogno di lavorare con persone che non abbiano paura di ascoltare la sua verità. Tutti i campi della conoscenza potrebbero essere adatti a lei: dalla televisione all'editoria a internet all'istruzione universitaria. Può anche avere un forte impegno spirituale, poiché per lei la ricerca di significato è importante quanto la conoscenza. Questo può indurla a cercare un lavoro che implichi un impegno spirituale o idealistico per il miglioramento della vita umana. Potrebbero interessarla l'insegnamento di materie come l'astrologia, lo yoga, la psicologia, la salute e la guarigione alternative, come pure progetti cinematografici e televisivi, in cui possa applicare la sua ottima immaginazione e le sue capacità comunicative. E' molto importante che cerchi di non lasciarsi intrappolare dal suo lavoro: dovrà poter respirare, avere pensieri da condividere, idee con cui ispirare gli altri, nuovi progetti stimolanti ed un mondo vasto in cui muoversi fisicamente o intellettualmente. Pensi in grande, non per fare carriera, ma nel senso di avere valori e ideali che la ispirino. Non potrà mai essere felice nel solo mondo materiale. Occorre che freni l'irrequietezza e impari a disciplinare di più se stesso: è in grado di farlo, se sente che c'è un significato più profondo e superiore in ciò che fa.

to top

Capitolo III

to top

Attitudini e risorse

Una comprensione onesta e realistica delle sue risorse può aiutarla ad orientarsi nel mondo e ad usare le energie in quei settori dove può sperare di emergere e di raggiungere almeno in parte gli obiettivi che le stanno a cuore. Riconoscere alcuni aspetti fondamentali della sua personalità, come la capacità e il desiderio di gestire delle responsabilità, il bisogno di stabilità e sicurezza o l'aspirazione ad affrontare costantemente nuove sfide, può influenzare le sue decisioni ed aiutarla ad evitare di sprecare le sue capacità in ambiti in cui difficilmente lei si sentirebbe felice o a suo agio. Se questa descrizione sembra in contraddizione con ciò che sta facendo attualmente, NON significa che lei debba buttare via di colpo tutto ciò che ha costruito finora. Se, per esempio, secondo il suo profilo astrologico è importante che lei abbia nuovi stimoli e una certa indipendenza, non dovrebbe abbandonare subito un lavoro stabile e partire in quarta per inseguire un sogno non realistico. Può essere necessario intraprendere una formazione e, riguardo a ciò che è possibile in un dato momento della sua vita, dovrà anche tenere conto delle responsabilità familiari. Ma se ha una personalità che ha essenzialmente bisogno di un lavoro creativo indipendente, ciò significa che dovrà prendere in considerazione nuove possibilità nel contesto delle sue condizioni attuali, oppure lavorare con un progetto a lungo termine attraverso cui possa raggiungere gradualmente l'autonomia di cui ha bisogno. Il segreto del vero successo, quel tipo di successo radicato nella sensazione di una vita soddisfacente, sta nell'accettare prima di tutto se stesso, credere in sé e smettere di cercare di imitare qualcun altro. Poi cerchi di dar forma alla sua vita esterna nel modo più realistico possibile per offrire alla sua natura e ai suoi valori più autentici il giusto strumento lavorativo.

to top

Una vita al servizio di grandi ideali

Lei è una persona pratica e concreta, che però a lungo andare non sarebbe soddisfatta di un lavoro puramente materiale. Sente l'esistenza di una realtà superiore e questo fa sì che non possa essere contento di soddisfare semplicemente dei bisogni materiali ed emozionali. Al contrario, lei vuole dedicare sforzi ed energie per qualcosa in cui crede con tutto il cuore, per poter offrire un servizio ad una sorgente superiore. Ma poiché è ben radicato nel mondo, questo servizio dovrà essere di ordine pratico: lei non si accontenterebbe di svolgere un lavoro privo di significato per poi tornare a casa e starsene tranquillo. Ha bisogno di tradurre i suoi ideali nelle azioni e nel lavoro quotidiani, quindi di una professione che le permetta di sapere e vedere in modo tangibile che ciò che fa migliora il mondo. Non ha molta pazienza con quei gruppi che perseguono l'ineffabile ma che poi fanno errori nella realtà: lei vuole vedere azioni e risultati concreti. E' possibile che durante una fase iniziale della sua vita abbia perseguito gratificazioni materiali fine a se stesse, dimostrando le sue doti organizzative e le sue qualità di leader in un ambito più terreno. Scoprendo il bisogno di essere al servizio di qualcosa di più grande, lei vuole essere efficace ma nel contempo radicare i suoi ideali nella realtà.

In un certo senso, lei sarebbe adatto a lavorare come quinta colonna all'interno di una struttura o un'azienda convenzionale, occupandosi tranquillamente di espandere il livello di coscienza degli individui con cui lavora. Questo tipo di lavoro richiede però dei sotterfugi, e alla fine non andrebbe bene per lei. Potrebbe essere più felice in una professione terapeutica come per esempio la medicina o la psichiatria, che si occupano dei problemi della vita reale ma che richiedono quel tipo di visione e idealismo che lei sa infondere. Può anche essere attratto da altre forme di servizio alla comunità, sociali o politiche, dove potrebbe usare la sua comprensione del mondo per introdurre un modo di vedere più ampio e più completo. Ma ciò che è importante è che lei ha un vero e proprio bisogno di servire e di tradurre in forme tangibili le cose in cui crede. Non cerchi di dividere la sua vita tra un lavoro convenzionale e un percorso spirituale segreto: di certo si sentirà realizzato se riuscirà a unire queste due dimensioni, separate ma in relazione tra di loro, in un settore lavorativo in cui possa metterle in pratica entrambe.

to top

Concretizzare una visione elevata

In lei c'è una tensione costante tra la percezione intuitiva del significato delle cose e il bisogno concreto di vivere nel cosiddetto mondo "reale". Se svolge un lavoro puramente pratico, il suo desiderio intenso di contatto con i livelli più sottili dell'esistenza può crearle irrequietezza, frustrazione e scontento. Se lei abbandona le responsabilità materiali a favore di un percorso spirituale, il suo desiderio di essere produttivo e utile in modi concreti può renderla insicuro e farla dubitare del suo valore. Occorre che unisca queste due parti opposte dentro di sé, attraverso la creazione di forme materiali che possano esprimere la sua visione interiore. Potrebbe farlo usando uno strumento creativo: la scrittura, la pittura, il teatro o il cinema, purché ciò che lei crea trasmetta un messaggio e non sia soltanto grazioso o piacevole. Oppure potrebbe creare strutture come una scuola o un'impresa, che siano saldamente radicate nella realtà terrena ma al servizio degli ideali a cui aspira. Lei può essere felice di commercializzare la conoscenza, vendere ispirazioni, pubblicizzare la consapevolezza, ossia mettere la sua visione interiore a disposizione della gente comune in modi ordinari e quotidiani.

Lei ha bisogno di lavorare con un gruppo, poiché questo le potrebbe dare un senso di sicurezza e di sostegno da parte degli altri, anche se la sua piccola comunità di vita è considerata marginale in confronto a quella umana più grande. Sia che trovi questo gruppo all'interno di una società, un'istituzione, un contesto educativo oppure un'organizzazione al servizio di ideali simili ai suoi, lei comunque sarà più felice se sa di avere il sostegno dei colleghi. Ciò succede perché la polarità del suo mondo interiore la rende un po' ansioso e insicuro, e si sente meglio quando riceve una conferma da parte dei suoi simili. Anche i titoli di studio possono essere importanti per lei. Pur avendo una visione anticonformista, ha comunque bisogno di essere accettato dal mondo in generale come persona competente e "normale". Se desidera lavorare in un settore meno convenzionale, cerchi di avere le qualifiche giuste per poter dimostrare la sua competenza a chi potrebbe mettere in dubbio la natura delle cose in cui crede. In fondo, lei è un idealista pratico che capisce la necessità di migliorare la vita operando dall'interno delle strutture esistenti, anziché cercare di cambiare il mondo dall'esterno come un fuorilegge.

to top

A contatto con l'ineffabile

Nonostante la sua solida comprensione della realtà e dei suoi limiti, lei istintivamente si sente in contatto con un'unità più grande. Questo si potrebbe definire tendenza mistica, benché lei forse non pensi in termini esoterici. Tuttavia, indipendentemente dai termini usati, lei ha un piede saldamente a terra e l'altro a metà sulla porta d'accesso ai mondi invisibili. Questo la rende ricettivo alle ispirazioni della psiche collettiva, che lei potrebbe incanalare in modo efficace in uno strumento creativo come la musica. Lei è molto fantasioso : il suo mondo interiore è ricco e vivace, anche se si sente un po' a disagio se deve rimanere troppo a lungo a contatto con questa realtà. Allo stesso modo, la sua ricettività ai livelli superiori dell'esistenza potrebbe rivelarle ispirazioni nel campo della scienza o della tecnologia: in questi campi è l'intuizione a rivelare concetti nuovi e stimolanti, piuttosto che la logica. Potrebbe usare questo dono in ambiti che si rivolgono ai bisogni collettivi, come il mondo del cinema, poiché lei sente i sogni e le aspirazioni delle persone ancor prima che esse ne siano coscienti.

La sensibilità a questi livelli superiori di realtà e la consapevolezza della sofferenza presente nella vita intensificano in lei il bisogno di sentirsi utile agli altri. L'esigenza più grande è quella di lavorare al servizio di quell'unità più profonda della vita che lei percepisce con grande intensità. Possiede uno spirito di dedizione e non sarebbe felice se non potesse lavorare in questo modo. Indipendentemente da dove concentra i suoi sforzi - altri esseri umani, la natura, il regno animale o la Terra stessa, la ricerca scientifica o i problemi sociali -, dietro alla realtà visibile lei ne percepisce un'altra invisibile dove si trova il senso e lo scopo dell'esistenza terrena. Forse c'è voluto molto tempo per comprendere il motivo della sua insoddisfazione esistenziale che non le permetteva di sentirsi soddisfatto delle normali gratificazioni materiali. Forse ha anche vagato per un po', confuso sulla direzione da prendere nella vita e senza fiducia nella sua capacità di perseverare a lungo in qualcosa. Lei possiede invece grande tenacia se crede in ciò che fa, ma occorre che la sua visione dell'unità cosmica e la sua compassione per tutti gli esseri viventi siano centrali nel suo lavoro.

to top

Il dono della fede nella bontà della vita

Lei ha uno spirito profondamente ottimista; di solito anche le esperienze dolorose sono per lei un mezzo di apprendimento e di crescita. Questa fede innata nella bontà essenziale della vita è un qualità preziosa per la sua vita personale e il suo lavoro. Lei vuole poterla condividere con gli altri, per questo potrebbe diventare un insegnante o un educatore ispirato, poiché vuole aprire gli occhi e il cuore degli altri alla realtà più grande che lei percepisce. Ama anche imparare e trae piacere dall'incoraggiare gli altri a farlo. Se il lavoro non le offre l'opportunità di ampliare la sua visione del mondo e di comunicare agli altri le sue scoperte, finirà per sentirsi annoiato e irrequieto. Viaggiare è qualcosa che la nutre poiché, così facendo, può espandere la mente e scoprire nuove verità sulla gente e la vita; idealmente il suo lavoro dovrebbe darle l'occasione di entrare in contatto con culture, valori e ambienti diversi. Ha bisogno di una certa libertà di movimento e dovrebbe evitare i lavori in cui è costretto a rimanere sempre nello stesso luogo con le medesime persone giorno dopo giorno. Anche se viaggia sporadicamente, il viaggio è qualcosa d'importante di cui ha bisogno nella vita lavorativa.

Lei è generoso per natura ed ama condividere le sue conoscenze più profonde ed elevate. Forse le piace anche correre dei rischi sul lavoro, poiché in lei c'è uno spirito avventuroso che ama scoprire luoghi sconosciuti e dimensioni mentali nuove. Cosa molto importante, ha bisogno di un lavoro che stimoli in lei la mente e l'immaginazione, dove possa spostarsi da un progetto all'altro, comunicare ed educare in senso letterale o metaforico. Potrebbero essere adatti a lei settori come l'editoria e i mass media, purché possa diffondere le idee che a suo parere contribuiscono a migliorare il mondo. Il suo bisogno di servire dovrebbe esprimersi in un lavoro che le permetta di ampliare la visione altrui. Non si lasci intrappolare nel ruolo della "bestia da soma" in una grande azienda o istituzione. Benché lei sia perfettamente in grado di gestire le responsabilità e di portarne il peso, questo però soffocherebbe il suo spirito irrequieto, negandole il diritto di perseguire la conoscenza e di comunicarla con la libertà che lei desidera e merita.

to top

Portare nel mondo la propria visione interiore

Può darsi che lei abbia già vissuto una crisi riguardo al suo orientamento lavorativo o forse questo sta succedendo adesso. La sua vita tende a suddividersi in periodi ben distinti, a causa del conflitto tra il lato terreno e il lato spirituale della sua natura; una crisi lavorativa può essere il risultato del bisogno profondo di colmare un vuoto e di unire due opposti della sua personalità. Lei ha bisogno di un lavoro che tenga conto di queste due parti, di uno strumento pratico e solido con cui possa avere un impatto sul mondo circostante, ma anche essere al servizio degli ideali in cui crede profondamente. Esistono vari ambiti lavorativi che potrebbero andar bene per lei; hanno tutti una cosa in comune: migliorano la condizione umana in modo concreto e riflettono l'unione di una capacità materiale con una visione intuitiva delle cose. In definitiva, qualunque lavoro che non tenga conto di questi opposti non potrà mai soddisfarla, poiché nessuno dei due estremi da solo riuscirà a farla sentire realizzato. Prenda sul serio i suoi ideali e non li tradisca mai; cerchi invece di viverli offrendo agli altri e alla vita un servizio tangibile.

to top

Ulteriori attitudini e risorse

Anche se questi sono i suoi punti di forza più importanti, esistono altre qualità su cui lei può costruire per utilizzare la sua energia e i suoi talenti nel migliore dei modi. Non sono forse tratti dominanti della sua natura, ma sono comunque importanti e lei dovrà tenerne conto nella valutazione della sua situazione lavorativa. Un tema natale, per quanto riguarda la vocazione, ci presenta uno schema essenziale del carattere e la sfera di lavoro "ideale" è quella in cui possiamo esprimere al meglio le qualità essenziali del nostro carattere. Non esiste un lavoro perfetto per nessuno, così come non esiste un mondo perfetto, ma queste caratteristiche importanti della sua natura hanno bisogno di trovare in qualche modo uno spazio nella sua vita, per essere onorate ed avere uno strumento attraverso cui esprimersi.

to top

Offrire un contributo al genere umano

Nel suo lavoro lei ha bisogno di dare un contributo positivo al genere umano, a cui lei sente intensamente di appartenere. Lei è una persona idealista e tollerante, uno spirito democratico profondamente interessato al potenziale umano e alla possibilità di migliorare la società. Ciò non significa che lei sia un filantropo ingenuo con idee vaghe su come salvare il mondo. E' molto sensato perché possiede chiarezza mentale, razionalità e capacità di progettare e organizzare. In qualsiasi campo scelga d'impegnarsi, ha bisogno di poter fare qualcosa per gli altri oltre che per se stesso. In effetti, per lei a volte l'"io" è meno importante del "noi", poiché di solito pensa in termini collettivi anziché individuali. Potrebbero interessarla la sociologia e la psicologia, poiché è affascinato da ciò che mobilita la gente; potrebbe piacerle lavorare con le teorie che spiegano i misteri del comportamento umano. Comprende intuitivamente il modo di operare dei movimenti collettivi: potrebbe essere un ottimo leader di gruppi oppure un buon organizzatore. E' una persona cosiddetta "alla mano", interessata a tutti i tipi di persone e riesce a trovare il modo per comunicare le sue idee con un linguaggio chiaro e comprensibile. Potrebbe lavorare nel commercio, in economia o in politica, purché senta di poter offrire agli altri qualcosa di positivo, che non sia semplicemente accumulare un sacco di soldi. Se accumula denaro, è facile che in gran parte lo distribuisca in opere caritatevoli o ad organizzazioni che offrono un aiuto agli altri. Lei non è particolarmente materialista: anche se non è indifferente alla bellezza della realtà materiale, crede fermamente nel fatto che le cose vadano condivise e non accumulate a vantaggio di una sola persona. Potrebbe essere un ottimo educatore perché le piace stimolare l'intelligenza degli altri per aiutarli a comprendere meglio se stessi. Le sue inclinazioni e i suoi interessi umanitari potrebbero costituire la base di una vera e propria vocazione.

to top

Saper incanalare uno spirito prometeico

Prometeo era quel personaggio mitico che rubò il fuoco agli dei e lo diede agli esseri umani per il loro progresso. Lei ha in sé questo spirito prometeico: sente che gli esseri umani possiedono grandi potenzialità non ancor realizzate; è anche disposto a lavorare ai margini, a pensare e a comportarsi in modo anticonformista se questo può contribuire allo sviluppo di queste potenzialità. Ha bisogno di lavorare per gli altri, ma non necessariamente in senso letterale - è un po' troppo indipendente nel modo di pensare per sentirsi bene all'interno di un'istituzione o di un'organizzazione gerarchica - nel senso di essere al servizio dell'evoluzione umana a livello materiale, emotivo, intellettuale o spirituale. La sua realizzazione lavorativa sta nel sentirsi parte di un'unità più grande e nell'offrire i suoi talenti speciali per aiutare il genere umano a progredire verso un futuro migliore. Sia che lei lo faccia all'interno della sua comunità con progetti che aiutano i bisognosi, oppure attraverso una grande organizzazione o un movimento che cerca di apportare cambiamenti a livello nazionale o economico, non potrebbe comunque mai essere soddisfatto di un lavoro che le procuri una sicurezza materiale ma che non abbia un significato più profondo. Sostenga il suo idealismo con un'adeguata formazione delle sue capacità e una buona istruzione, poi trovi il gruppo che fa per lei o l'organizzazione che rispecchia gli ideali in cui crede fermamente.

to top

Capitolo IV

to top

Riconoscere i propri limiti

Riconoscere i suoi limiti innati può aiutarla a concentrare l'energia nella direzione giusta e ad ottenere la massima realizzazione nel lavoro. Tutti gli esseri umani hanno dei limiti che bisogna vedere non come "difetti" o "mancanze", ma come conseguenza inevitabile del fatto di avere delle forze in altri campi. Nessun individuo possiede tutto. Riuscire a capire in quali settori gli aspetti fondamentali del carattere potrebbero limitare la nostra capacità d'impegnarci in un tipo particolare di lavoro o di trarne piacere fa parte del processo di comprensione di sé e di costruzione della fiducia in noi stessi. A volte dobbiamo tentare e fallire prima di riuscire a renderci conto di non essere adatti, preparati o semplicemente non interessati ad un settore particolare della vita. La pressione da parte della famiglia o della società può spingerci a cercare di diventare diversi da ciò che siamo e a sprecare molto tempo e molte energie nel tentativo di realizzare le aspettative di qualcun altro, pur sapendo di essere a disagio in un certo tipo di lavoro. E' importante riconoscere che avere dei limiti non significa avere un difetto irrimediabile nel carattere. Lavorare sodo in un campo in cui abbiamo dei limiti in realtà può generare grande fiducia, grazie allo sforzo arduo, e talvolta possiamo scoprire un vero e proprio talento, nascosto dietro a ciò che appare come un blocco o una difficoltà. Sta a lei scegliere se lavorare su un limite del suo carattere, se deve accettarlo con comprensione oppure fare entrambe le cose.

to top

Impari a godere del momento presente

Il suo limite principale, per quanto riguarda il lavoro, nasce dalla sua risorsa più importante: l'impegno profondo al servizio di una realtà superiore. Questo impegno dà un senso alla sua vita lavorativa e le permette di offrire un contributo utile a favore dell'evoluzione umana. Talvolta però lei dimentica che anche il piacere, la gioia e la capacità di vivere il momento fanno parte della vita. Sa essere molto profondo, talvolta al punto da negarsi quei normali piaceri della vita quotidiana che per molte persone sono indispensabili; se eccede, potrà accorgersi di diventare ipercritico e giudicante verso i colleghi che non vivono la sua stessa dedizione. Cerchi di essere più leggero e spensierato. Indipendentemente dalla sua filosofia personale, eviti di essere dogmatico o di credere che esista una sola via. Se lavora nelle professioni terapeutiche e se è troppo dogmatico, corre il rischio d'imporre le sue idee a coloro che cercano il suo aiuto e, se lavora in un gruppo o un'organizzazione, può sentirsi spinto a "convertire" coloro che non hanno ancora trovato la luce, e questo può diventare molto irritante per i suoi colleghi di lavoro. Il suo cuore è sincero, le sue motivazioni e il suo impegno indiscutibilmente onesti, ma di certo la realtà superiore a cui aspira non le chiede di rinunciare ai piaceri del mondo in cui vive e lavora. Occorre che trovi un equilibrio creativo tra gli ideali e la capacità di godere dell'esistenza materiale. Lei si sforza un po' troppo di essere responsabile e si assume troppi impegni: non potrà salvare tutti e neppure trasformare il mondo intero nel corso di una sola vita. Cerchi di rispettare i suoi limiti di tempo e di energia e faccia tutto il possibile per evitare la trappola della rigidità di pensiero. Non ha bisogno di dimostrare di essere buono con comportamenti che potrebbero danneggiare il suo benessere fisico e psicologico.

to top

Valorizzi la sua espressione creativa

Lei è disposto a mettere molta energia e impegno al servizio degli ideali in cui crede con tutto se stesso. Vuole che la sua vita sia utile e produttiva e che favorisca in qualche modo l'evoluzione umana. Si tratta di una qualità meravigliosa, ma talvolta può dimenticare di avere anche delle capacità creative che ha bisogno di esprimere per pura gioia. Lei non è fatto solo per lavorare e servire: una parte di lei è fantasiosa, fanciullesca e ama quel mondo interiore popolato da personaggi romantici provenienti dal mito. Se possiede un talento artistico, è importante che lo rispetti, cercando di svilupparlo e possibilmente d'integrarlo nella vita lavorativa. Se non è possibile, cerchi di avere del tempo libero ogni tanto per dedicarsi a questo mondo giocoso e creativo. Anche se non è particolarmente dotato per la pittura, la scrittura o la musica, può trarre enorme piacere da queste attività; ha bisogno di esercitarle in modo costante per rinfrancarsi lo spirito, ricordandosi che la vita è fatta anche di gioia, oltre che di duro lavoro. Cerchi di equilibrare la parte responsabile e quella infantile in lei: insieme potranno creare una combinazione creativa meravigliosa. Ma se cerca di reprimere il lato giocoso e fantasioso a favore di un ideale di altruismo, potrà accumulare molto risentimento e un'invidia profonda verso coloro che ogni tanto si concedono di essere un po' irresponsabili. Lei possiede una grande intuizione, ma teme che questo possa sconvolgere la sua stabilità materiale; di solito ha bisogno di situazioni fortemente strutturate in cui vivere le rivelazioni che nascono dal suo mondo interiore, ma talvolta queste strutture possono essere un po' troppo rigide. L'intuizione può agire non solo nel mondo spirituale, ma anche in quello artistico ed è importante che lei abbia a disposizione degli strumenti creativi versatili, oltre che un suo sistema di pensiero ben preciso. Cerchi di sciogliersi, imparando ad apprezzare l'espressione creativa per il semplice piacere che essa le procura.

to top

Non sempre il sacrificio di sé è positivo

Lei ha una grande capacità di dedizione e una grande sensibilità alla sofferenza del mondo; vuole poter essere utile in qualche modo perché percepisce una realtà superiore dietro all'apparente ingiustizia e durezza della vita. E' facile che questo la spinga a scegliere una professione terapeutica o di aiuto agli altri. Se è impegnato in un lavoro di questo genere, è importante che riconosca non solo i suoi limiti fisici e psicologici, ma anche il suo diritto di godersi la vita. Se è troppo autocritico può esaurirsi fisicamente ed emotivamente e finire per sentirsi deluso, perché le sembrerà che ci sia più dolore di quello che lei è in grado di guarire. Cerchi di ricordare che non può curare i mali del mondo da solo e neppure aiutare coloro che non desiderano curarsi di sé. La capacità di discernimento è una facoltà importante che lei dovrà sviluppare, per quanto questo possa sembrarle difficile o egoistico; lei è una persona unica e farebbe meglio a dare la sua energia dove è più produttiva e utile, piuttosto che dove può essere sfruttata o semplicemente sprecata. Indipendentemente dagli ideali e dalla filosofia che abbraccia, nessun precetto le chiede di rinunciare alla soddisfazione e al piacere personale; se invece crede di doverlo fare, forse è il caso di esaminare più a fondo le motivazioni inconsce che potrebbero esistere dietro a questa sua visione del mondo. Lei è vulnerabile alla volontà degli altri nel lavoro perché si preoccupa molto di loro. Ha bisogno di solidi confini personali e di una buona e sana dose di autoprotezione. E' anche vulnerabile perché non sempre riesce a far corrispondere la sua visione con il comportamento reale delle persone con cui lavora. Una visione chiara del vero carattere degli altri, non distorta dall'invidia, potrà aiutarla a proteggersi dallo sfruttamento e a farla sentire entusiasta del suo lavoro, anziché esaurito o succube.

to top

Capitolo V

to top

Il modo di lavorare con gli altri

Uno dei fattori più importanti di cui dovrà tener conto per quanto riguarda la sua direzione di vita è il modo di lavorare con gli altri. Ognuno di noi ha il suo stile personale di rapportarsi agli altri nell'ambiente di lavoro, con bisogni ed esigenze diversi; ognuno di noi può avere un bisogno diverso, quello di lavorare da solo oppure in gruppo, e interagisce in modo diverso con i colleghi e le autorità. Non esiste un modo "normale" di stare con gli altri, ma è importante che lei comprenda ciò di cui ha bisogno per poter dare il massimo delle sue capacità. Vari aspetti specifici riguardanti la relazione con gli altri sul lavoro sono stati trattati nelle sezioni precedenti; il paragrafo seguente è per lo più un riassunto dei suoi bisogni fondamentali che sarebbe utile tenere a mente.

to top

Accetti chi la pensa diversamente da lei

La dedizione ai suoi ideali le dà coraggio, determinazione e disponibilità ad impegnarsi con tutto se stesso per il benessere altrui. Lei dà il meglio di sé quando può condividere i suoi ideali e unire i suoi sforzi con quelli degli altri: questo la fa sentire parte di qualcosa di più grande e le permette di dare un contributo, insieme ad altri, per l'evoluzione dell'umanità. In un contesto di questo genere, riesce ad essere generoso ed altruista nell'offrire sostegno ai colleghi ed è disposto ad accettare molte fobie e debolezze dei suoi colleghi di lavoro, purché siano motivati dal suo stesso modo di vedere. Tuttavia, non le è facile simpatizzare con chi non la pensa come lei e non condivide la sua stessa visione delle cose. Può avere difficoltà a capire coloro che sono puramente concentrati sulla soddisfazione e sul successo personale o che hanno motivazioni più materialistiche. Il problema è che non sempre riesce ad essere elastico nel suo modo di pensare: questo può renderla intollerante verso coloro che hanno atteggiamenti e punti di vista diversi dai suoi. La sua intensità può renderla un po' rigido nel modo di pensare: può avere difficoltà ad accettare il fatto che la verità possa assumere diverse forme.

Anche se è felice quando la sua visione è condivisa dagli altri, è improbabile che trovi la situazione di lavoro perfetta, dove ogni singolo individuo con cui lavora vede le cose esattamente come lei. Le persone saranno sempre diverse, non soltanto nelle loro opinioni ma anche nell'intensità con cui vivono tali convinzioni. Occorre che lei sia più aperto e disposto ad accettare gli esseri umani per quel che sono, piuttosto che giudicarle in base al loro modo di vedere. Molte persone possono essere fondamentalmente buone e oneste, ma potrebbero non esprimere i loro sentimenti e le loro idee con lo stesso linguaggio che usa lei. Eviti di cercare di convertire gli altri al suo modo di pensare, perché questo può creare animosità e difficoltà nelle sue relazioni di lavoro ed inoltre l'etica di questi tentativi è discutibile. La certezza delle sue convinzioni va bene nella sua vita personale, ma può non andar bene per gli altri; mentre per lei può esistere un'unica verità, la stessa verità forse non è quella che parla al cuore e all'anima degli altri. A volte giudica le persone in modo troppo pedante e diventa critico se non si comportano come vorrebbe lei o se non esprimono le loro percezioni con il suo stesso linguaggio. Una maggior tolleranza ed elasticità, accettando di potersi sbagliare qualche volta, potranno aiutarla a creare relazioni più cordiali e autentiche con i colleghi di lavoro, anche se le loro aspirazioni e i loro ideali sono espressi in un linguaggio diverso dal suo.

to top

Capitolo VI

to top

Che cosa significa per lei avere successo

Quando la gente parla di "successo" generalmente intende una posizione importante agli occhi del mondo o un lavoro che frutti molto denaro, con tutti i piaceri e le comodità materiali che questo comporta. Il successo però, per quanto riguarda la questione più profonda della vocazione, è un fatto estremamente personale che assume un significato diverso a seconda delle persone. Il successo, in questo senso più profondo, è in relazione con la capacità dell'individuo di esprimere nel mondo esterno i valori e gli ideali del suo mondo interiore più importanti per lui. Visto in questi termini, il successo forse non riguarda affatto il denaro o la posizione, bensì la fedeltà e l'integrità interiore: rispecchia la vera essenza dell'individuo, piuttosto che un consenso generale comune basato su aspetti superficiali sociali o materiali.

Il successo per lei deve rispecchiare i suoi sforzi per portare ordine nel suo mondo interiore e in quello esteriore. Benché la realtà materiale sia importante ai suoi occhi, lei non è motivato dal guadagno economico, dal prestigio sociale o da una posizione di potere nel mondo. Sia che lavori con la materia vera e propria, con i contenuti della psiche o con il corpo umano, in fondo lei è un artigiano. Integrare, levigare, rifinire, foggiare, riparare e guarire sono compiti verso cui lo spirito la chiama, e il suo lavoro dovrà permetterle di fare queste cose se vuole che la sua vita abbia un senso. Per lei, avere successo significa fondamentalmente essere utile: ha bisogno di sapere che la sua vita soddisfa uno scopo utile o che è al servizio di una realtà superiore in cui crede. Più di altri, lei riesce ad amare il lavoro in quanto tale, poiché l'aiuta a sentirsi in contatto con i ritmi più profondi della vita quotidiana e con quel disegno più ampio in cui sa istintivamente che è inserita la sua vita. Anche l'onestà è molto importante per lei ad un livello molto profondo: ha bisogno di essere al servizio dei suoi ideali piuttosto che adattarsi al mondo esterno solo per una questione di sicurezza o di guadagno economico.

Una certa timidezza e la mancanza di fiducia in sé potrebbero spingerla a sottovalutare le sue capacità, mentre il timore di essere troppo "egoista" o invadente potrebbe indurla a mirare troppo in basso. Tuttavia queste sue preoccupazioni potrebbero avere una funzione molto positiva, purché lei non soffochi il bisogno di esprimersi per un'eccessiva insicurezza. La tendenza a limitare il suo istinto di autoaffermazione potrebbe renderla più sensibile ai bisogni e ai diritti delle persone con cui lavora; il timore di non avere diritto di essere "speciale" potrebbe spingerla a cercare di essere sempre autentico ed onesto in ciò che dà agli altri. Il bisogno intenso di esprimersi, limitato da insicurezza e disagio, potrebbe contribuire a sviluppare in lei una serie di capacità estremamente individuali, che le darebbero il diritto di sentirsi speciale anche quando è al servizio di quell'umanità di cui si sente parte.

Lei ha bisogno di lavorare per creare dei ponti: guarire ciò che è stato danneggiato, integrare ciò che è stato separato e portare alla massima efficienza e al miglior funzionamento ciò che è stato contaminato, ignorato o che è caduto in rovina. Potrebbe farlo con gli oggetti, gli edifici, con il corpo fisico e la psiche umana, la natura, le piante o il regno animale. La sua vera vocazione deve permetterle di portare nel mondo circostante un po' di quell'ordine e di quell'armonia che sono alla base di tutta l'esistenza.


Dati astrologici usati per Professione e Vocazione
per Bob Dylan (maschile)
data di nascita: 24 Maggio 1941 ora locale 21:05
luogo: Duluth, MN (US) U.T. 03+05
92w06, 46n47 ora sid. 13:05:51

POSIZIONE DEI PIANETI
pianeta segno grado moto
Sole Gemelli 3°30'47 in casa 6 diretto
Luna Toro 21°30'46 in casa 5 diretto
Mercurio Gemelli 23°02'40 in casa 7 diretto
Venere Gemelli 12°59'08 in casa 6 diretto
Marte Pesci 5°58'49 in casa 2 diretto
Giove Toro 29°40'09 in casa 5 diretto
Saturno Toro 20°04'48 in casa 5 diretto
Urano Toro 26°37'47 in casa 5 diretto
Nettuno Vergine 24°56'43 in casa 9 retrogrado
Plutone Leone 2°22'17 in casa 8 diretto
Nodo Lunare Vergine 28°32'23 in casa 9 retrogrado
Chiron Cancro 27°50'55 fine casa 7 diretto
Pianeti in fine casa interpretati nella casa successiva.

POSIZIONE DELLE CASE (Placido)
Ascendente Sagittario 20°19'42
2°Casa Capricorno 28°46'52
3°Casa Pesci 12°40'35
Imum Coeli Ariete 17°51'11
5°Casa Toro 13°05'06
6°Casa Gemelli 2°42'33
Discendente Gemelli 20°19'42
8°Casa Cancro 28°46'52
9°Casa Vergine 12°40'35
Medium Coeli Bilancia 17°51'11
11°Casa Scorpione 13°05'06
12°Casa Sagittario 2°42'33

ASPETTI PRINCIPALI
Sole Congiunzione Venere 9°28
Sole Quadrato Marte 2°27
Sole Congiunzione Giove 3°51
Sole Congiunzione Urano 6°53
Sole Trigono Nettuno 8°33
Sole Sestile Plutone 1°07
Sole Trigono Nodo Lunare 4°57
Sole Sestile Chiron 5°39
Luna Congiunzione Giove 8°09
Luna Congiunzione Saturno 1°26
Luna Congiunzione Urano 5°07
Luna Trigono Nettuno 3°26
Luna Trigono Nodo Lunare 7°02
Mercurio Quadrato Nettuno 1°54
Mercurio Quadrato Nodo Lunare 5°30
Venere Quadrato Marte 7°00
Marte Quadrato Giove 6°18
Marte Quadrato Urano 9°20
Giove Congiunzione Saturno 9°35
Giove Congiunzione Urano 3°02
Giove Trigono Nettuno 4°42
Giove Sestile Plutone 2°42
Giove Trigono Nodo Lunare 1°07
Giove Sestile Chiron 1°48
Saturno Congiunzione Urano 6°33
Saturno Trigono Nettuno 4°52
Saturno Trigono Nodo Lunare 8°28
Urano Trigono Nettuno 1°40
Urano Sestile Plutone 5°45
Urano Trigono Nodo Lunare 1°55
Urano Sestile Chiron 1°13
Nettuno Congiunzione Nodo Lunare 3°36
Nettuno Sestile Chiron 2°53
Plutone Sestile Nodo Lunare 3°49
Plutone Congiunzione Chiron 4°31
Mercurio Opposizione Ascendente 2°42
Venere Opposizione Ascendente 7°20
I numeri indicano l'orbita (deviazione dall'angolo esatto dell'aspetto)