Esplorando la psiche
Un'introduzione all'astrologia psicologica, di Clare Martin
Saturno

Saturno è il secondo più grande pianeta nel sistema solare dopo Giove. Dal punto di vista visivo è il più bello di tutti i pianeti, chiaramente definito e freddo, la cui caratteristica più evidente sono gli anelli che lo circondano. E' dotato di confini propri. Mitologicamente Saturno-Crono governava il vecchio mondo, a cui ci si riferisce spesso come all'età dell'oro. Saturno ingoiò i suoi figli appena nati, perché un oracolo gli aveva predetto che sarebbe stato rovesciato da uno di loro. Era pieno di paura di perdere la sua autorità, il suo controllo e il suo potere. Alla fine, naturalmente, fu davvero rovesciato da suo figlio Giove e bandito ai confini più remoti del sistema solare.

Saturno è il pianeta dell'oscurità, del freddo e della morte. E' il principio della restrizione e della delimitazione. In questo senso, Saturno è il principio di realtà, dal momento che nessuno di noi può sfuggire al fatto che siamo fisicamente mortali e limitati e definiti dalle circostanze attuali delle nostre vite. Come signore del tempo, Saturno governa i tempi assegnati delle nostre vite,tagliandone il filo con la sua falce quando viene il tempo stabilito. Diversamente da Giove, non "c'è modo di cavarsela", quando si ha a che fare con Saturno. Come dio dell'agricoltura Saturno rappresenta l'idea che "come abbiamo seminato, così raccoglieremo". Quando Saturno è coinvolto, a meno che facciamo piani in anticipo e i necessari preparativi e il lavoro necessario, e abbiamo la pazienza di aspettare, non raggiungeremo i nostri obiettivi. La saggezza arriva come risultato dell'età, dell'esperienza del riconoscimento realistico delle limitazioni.

Saturno è la soglia, il confine e la struttura dell'ego senza la quale non saremmo capaci di funzionare efficacemente nel mondo. Saturno è anche conosciuto come il grande maestro, che illustra il duro lavoro e le difficili lezioni che dobbiamo imparare nelle nostre vite, senza tener conto degli ostacoli che sembrano ostacolarci. Rappresenta le figure paterne e di autorità, chiunque sia a definire i "bisogna, è necessario, si deve" nelle nostre vite. Se riusciamo ad imparare le lezioni di Saturno tuttavia, allora avremo guadagnato il senso della nostra autorità e responsabilità personale che nessuno può sottrarci. Da un punto di vista alchemico Saturno è il piombo senza il quale sarebbe impossibile ottenere l'oro.

Un Saturno che funziona in modo cinico, critico e rigido è una distorsione dell'archetipo della saggezza pratica. In definitiva, Saturno è il dono dell'auto-sufficienza. Nel tema natale, Saturno descrive ciò che desideriamo ma sentiamo ci è stato negato. E' dove ci sentiamo goffi e insufficienti come se non riuscissimo a fare nulla di giusto. Saturno descrive che cosa prendiamo seriamente e dove segnatamente manchiamo di senso dell'umorismo e di spontaneità. Siamo spesso pieni di difese e sulla difensiva dove c'è Saturno, perchè è dove siamo particolarmente sensibili alle critiche e timorosi di essere umiliati. Sebbene i confini di Saturno siano in grado di proteggerci, portati all'estremo possono diventare rigidi, costrittivi e soffocanti. Se Giove descrive come e dove ci sentiamo fiduciosi, Saturno descrive come e dove ci sentiamo pieni di paura e vulnerabili e dove sperimentiamo limitazione, frustrazione e mancanza di fiducia. Saturno indica le dure lezioni che dobbiamo imparare, dove non raggiungeremo nulla a meno che non paghiamo il prezzo dovuto. Saturno consolida e concentra , toglie tutto fino alle nude ossa, indicandoci dove dobbiamo diventare realistici, dove dobbiamo imparare ad accettare le nostre limitazioni.

Un'immagine dal testo alchemico di Michael Mayer, Atalanta fugiens (1618), che mostra Saturno (la prima materia o nuda materia) che viene trasformata attraverso la calcinatio, il processo di bruciare le scorie e la bile nera.

Ora mettiamo Saturno insieme a qualcuno degli altri pianeti per vedere come funziona quando è in aspetto. Il contatto Saturno-Luna può descrivere qualcuno che è emotivamente (Luna) inibito (Saturno) o emotivamente (Luna) affamato (Luna) o che ha paura (Saturno) di non essere sicuro (Luna). Una paura (Saturno) di essere in condizione di bisogno (Luna) può portare all'auto-sufficienza (Saturno) emotiva (Luna). La persona Luna-Saturno può prendersi la responsabilità (Saturno) della cura (Luna) degli altri, o questa posizione può indicare una madre (Luna) più matura (Saturno) che lavora (Saturno). C'è di solito un forte bisogno di sicurezza (Saturno). Qualcuno con un contatto Saturno-Venere può essere cauto o inibito (Saturno) nelle relazioni (Venere), probabilmente per una mancanza di autostima (Venere). D'altro canto possono mostrare un grande impegno (Saturno) nelle relazioni (Venere). E' possibile che si valutino (Venere) a seconda dei loro successi nel mondo (Saturno), e trovino difficile (Saturno) rilassarsi (Venere). Desidereranno (Venere) dimostrare il loro valore (Saturno) agli altri. I piaceri (Venere) saranno presi seriamente (Saturno) e questo è un individuo che può dare valore (Venere) allo status sociale (Saturno) e alla tradizione che ha superato la prova del tempo (Saturno).

Sia Sally che David hanno contatti Saturno-Luna e Saturno-Venere nei loro temi. Abbiamo già visto che David ha un gentile contatto Luna-Venere. Ora che Saturno si aggiunge al quadro possiamo capire che è probabile che sia cauto nel prendersi impegni e aspetterà qualche tempo prima di sentire che può fidarsi. Nel caso di Sally, d'altra parte, abbiamo già visto che i suoi contatti Giove-Saturno-Luna-Venere-Marte possono essere abbastanza travolgenti, fuori dai limiti e irrealistici. Aggiungendo Saturno al quadro è possibile avere a disposizione un elemento di stabilità e di prudenza che le permetterà di strutturare il suo naturale entusiasmo e dare radici alla sua visione, trasformandola in qualcosa di utile ed efficace.

nach oben


Il libro"Mapping the Psyche"

Pubblicato per la prima volta da CPA Press, BCM Box 1815, London WC1N 3XX, United Kingdom, www.cpalondon.com. Copyright ©2005 di Clare Martin.
Ulteriori informazioni per il libro.
Loading