•    
    Posizioni attuali dei pianeti
    31-Ott-2014, 08:49 UT/GMT
    Sole7Scorpione51'11"14s08
    Luna11Acquario8'50"12s44
    Mercurio19Bilancia22'35"5s40
    Venere9Scorpione23'49"13s50
    Marte3Capricorno38'53"24s54
    Giove20Leone20'34"15n18
    Saturno23Scorpione48' 2"16s51
    Urano13Ariete35'56"r4n43
    Nettuno4Pesci52'10"r10s25
    Plutone11Capricorno22' 6"20s40
    Nodo vero19Bilancia7'51"7s29
    Chirone13Pesci21'35"r1s58
    Spiegazioni dei simboli
    Carta del momento
| Il Mio Astro | Forum | FAQ

Esplorando la psiche

Un'introduzione all'astrologia psicologica, di Clare Martin

Pubblicato per la prima volta da CPA Press, BCM Box 1815, London WC1N 3XX, United Kingdom, www.cpalondon.com. Copyright ©2005 di Clare Martin.
Traduzione dall'inglese: Manuela Romeggio

Introduzione

L'astrologia è una forma di immaginazione che emerge dalla natura e ha diretta rilevanza per la vita quotidiana. E' poetica applicata, una visione della vita sulla terra stimolata dai movimenti nel cielo, che ci conduce in aree di riflessione interiore come nessun altro sistema di simboli e immagini è in grado di fare. [1]

Nel corso degli anni in cui ho tenuto corsi propedeutici di astrologia, mi sono chiesta perché in quest'epoca, in cui ormai dovremmo saperla lunga, così tanti di noi continuino ad essere attirati dall'astrologia. Quando domando a un nuovo gruppo di studenti che cosa li ha portati qui in questo momento della loro vita, spesso ricavo l'impressione che non siano stati loro a scegliere l'astrologia, ma che sia stata l'astrologia a sceglierli. Non è inusuale sentire studenti che dicono che si sono interessati all'astrologia per anni e che, in un certo senso, le hanno resistito per anni, ma alla fine hanno scoperto che non se ne sarebbe andata. E così alla fine ci ritroviamo a partecipare ad un corso, non sapendo che cosa significhi per noi, seppure significa qualcosa, e dove ci porterà, perché qualcosa in noi ha deciso che è tempo di imparare.  

Queste lezioni sono per quel "qualcosa" in noi a cui ho gradualmente cominciato a pensare come a una specie di chiamata sciamanica. Non potrebbe essere che gli astrologi siano in realtà "scelti per il loro ruolo dagli spiriti dell'universo"? [2] Certamente molti di noi hanno sperimentato i segnali standard della chiamata sciamanica: che l'astrologia arriva a dispetto di noi stessi, che spesso cerchiamo di evitare di impegnarci in essa per l'ottima ragione che l'astrologia è una vocazione onerosa che sentiamo cambierà le nostre vite per sempre, che diventiamo mediatori tra i mondi, con un piede in altri reami, che non viviamo più completamente nel mondo. In ultima analisi l'astrologia non è una tecnica, ma un'iniziazione ad un modo di vivere che, a causa della sua misteriosa familiarità, spesso ci fa sentire a casa.

L'astrologia è "un genere di sapere salvifico, l'apprendimento di misteri che scorrono profondamente nella natura e nell'individuo, un sapere trasformativo che può essere acquisito solo imparando che c'è molto al di là del solo intelletto". [3]    

L'astrologia e l'astrologia psicologica sono difficili da definire esattamente. Forse l'astrologia può essere descritta come un linguaggio mitico e magico e, come per tutti i linguaggi, ciascun astrologo svilupperà il proprio modo di interpretare e comunicare i suoi significati. Questo corso si rifà principalmente all'opera di Carl Gustav Jung che ci ha dato un particolare vocabolario che ci permette di ricollocare l'astrologia in quella che ritengo sia la sua giusta posizione, come uno dei quattro pilastri dell'esoterismo occidentale insieme alla Cabala, all'alchimia e alla magia. [4]  Nella tradizione esoterica, l'universo è percepito come "un unicum organico, vivente e sacro, in cui tutto è intrecciato in una rete cosmica, dove tutti gli ordini della vita, manifesta e non, sono correlati, perché tutti condividono la santità della sorgente originale". [5]

Per gli astrologi di orientamento psicologico il rapporto tra astrologia e alchimia sembra essere particolarmente significativo. Storicamente queste due scienze gemelle non solo sono fortemente collegate, ma inseparabili. Gli alchimisti erano persone pratiche, e il loro approccio è utile per gli astrologi di orientamento psicologico dal momento che incoraggia la nostra attiva partecipazione e personale impegno con il tema natale. In altre parole, c'è un lavoro da fare. La base dell'alchimia è che la natura e l'umanità naturale non sono state create perfette. Nel nostro stato originale siamo "una confusione di spirito, anima e corpo", in larga misura inconsapevoli di noi stessi, e perciò, secondo Jung, in grado di funzionare solo collettivamente. Il tema natale rimane esattamente lo stesso per l'intera nostra vita. Non c'è nessuna garanzia che saremo più integrati, più evoluti o consapevoli nel momento in cui moriamo di quanto lo eravamo quando siamo nati. Nel nostro stato naturale noi viviamo sotto il dominio talvolta tirannico dei pianeti. Ma tocca a noi scegliere che cosa fare con il nostro tema natale e come viverlo. Un approccio psicologico lavora contro il nostro stato naturale in funzione di una crescita della consapevolezza. Gli alchimisti lavoravano consapevolmente contro l'ordine naturale delle cose aiutando la natura a fare quello che non poteva fare da sola.

La natura non produce niente che sia perfetto di per sé; l'uomo deve portare le cose alla loro perfezione - questo lavoro è chiamato "alchimia"…..Le cose sono state create e date nelle nostre mani, ma non nella loro forma ultima che è quella che le è conforme. Nel seme sono contenuti dall'inizio lo scopo e la funzione…..Per l'alchimia significa: portare al suo fine qualcosa che non è stato ancora completato.; ottenere il metallo dal minerale e trasformarlo in quello per cui è stato creato. [6]

L'alchimia è fondamentalmente ottimista. L'opus alchemicum non solo cambia, perfeziona o redime la Natura, ma porta anche a perfezione l'esistenza umana. [7] Come l'alchimista e il mago, l'astrologo-psicologo partecipa attivamente al dialogo con la natura. Un approccio psicologico non è diverso dalla "grande opera" o magnus opum dell'alchimista. Ambedue richiedono un' accurata e consapevole cooperazione al compito di creare coscienza. Questa non è una scelta facile dal momento che richiede prolungati periodi di analisi di sé, il coraggio di affrontare e integrare i nostri lati oscuri nascosti, di riconoscere la nostra convinzione di essere nel giusto, le nostre difese e paure più profonde, e la decisione di assumersi personalmente la responsabilità per noi stessi piuttosto che essere contenti di vivere come vittime passive di ciò che noi supponiamo essere il nostro "destino" predeterminato.

Il processo di differenziazione psicologica non è un lavoro facile: richiede la tenacia e la pazienza dell'alchimista, che deve purificare il corpo da tutti i residui nel calore più insopportabile della fornace. [8]

L'illusione che tutti i nostri problemi siano causati da forze esterne o possano essere attribuiti alla nostra carta natale si dissolve quando cominciamo a ritirare le nostre proiezioni e a guardare alle cose dall'interno. Il processo di individuazione, di lavorare deliberatamente contro l'ordine naturale delle cose, conduce alla creazione di ciò che Jung chiamava il Sé, una struttura interna che ci da "la sensazione di stare su un terreno solido, su un segmento di eternità interiore che persino la morte fisica non può intaccare". [9]

Il magnum opus aveva due obiettivi: "il salvataggio dell'anima umana e la salvezza del cosmo". [10] Questo significa che, per quanto piccoli e poco importanti possano sembrare i nostri sforzi individuali, nondimeno noi staremo facendo la nostra parte nell'aiutare la natura a fare ciò che è incapace di fare da sola:

Una volta che viene accettata come principio la visione della vita come un tutto organico, l'umanità diventa co-creatrice insieme alla natura nel senso che può riconoscere, ignorare o distruggere la sua identità con la natura, perché la continuità dell'esistenza della natura dipende in ultima analisi dal tipo di consapevolezza che noi riusciamo a darle. [11]

nach oben


Il libro"Mapping the Psyche"

Pubblicato per la prima volta da CPA Press, BCM Box 1815, London WC1N 3XX, United Kingdom, www.cpalondon.com. Copyright ©2005 di Clare Martin.
Ulteriori informazioni per il libro.
Esplorando la mappa della psiche" di Clare Martin

"Esplorando la mappa della psiche" di Clare Martin è una trascrizione del primo semestre di un corso introduttivo all'astrologia tenuto al Centro per l'astrologia psicologica. In questo, che è il primo di tre volumi, vengono presentati gli elementi basilari del linguaggio astrologico. Il lettore viene guidato in un affascinante viaggio attraverso il sistema solare, gli antichi dei planetari, le energie e le motivazioni simboleggiate dai loro equivalenti astrologici; e poi attraverso i segni dello zodiaco, i loro elementi e qualità, e i modi in cui i diversi pianeti si esprimono attraverso di essi. Il simbolismo alchemico è incluso come una mappa parallela del viaggio individuale. Il libro è ben illustrato ed è una lettura valida sia per il prinicipiante che per lo studente di astrologia più avanzato.

Pubblicità
Uno dei più grandi portali astrologici WWW.ASTRO.COM offre molte funzioni gratuite sulla materia. Con interpretazioni astrologiche altamente qualitative da parte di astrologi di fama mondiale come Liz Greene, Robert Hand e altri autori, molti oroscopi gratuiti ed informazioni approfondite sull'astrologia per principianti e professionisti, www.astro.com è il primo indirizzo per l'astrologia online.
Homepage - Oroscop Gratuiti - Astrodienst Onlineshop - Tutto su astrologia - Ephemeris - Autori e staff - Il Mio Astro - Accesso Atlante - Sitemap - FAQ - Forum - A proposito di Astrodienst