•    
    Posizioni attuali dei pianeti
    22-Nov-2017, 03:34 UT/GMT
    Sole01'14"20s09
    Luna100'15"19s57
    Mercurio2146'24"25s43
    Venere1823'35"16s18
    Marte199'56"6s30
    Giove913'21"13s36
    Saturno2646'19"22s27
    Urano2515'56"r9n13
    Nettuno1127'56"r8s07
    Plutone1734' 6"21s46
    Nodo vero187'45"r15n24
    Chirone2423'53"r1n17
    Spiegazioni dei simboli
    Carta del momento
| Il Mio Astro | Forum | FAQ

I Prematuri - Studio in chiave astrologica

di Carla Pretto

Baby in incubatorA metà anni novanta, un ulteriore progresso della tecnica ha permesso di salvare anche i neonati, che nascono al di sotto delle venticinque-ventisei settimane di gestazione e il cui peso oscilla dai 500 ai 800 grammi.

Plutone a novembre 1995 rientra definitivamente in Sagittario, dopo una sua prima apparizione, avvenuta a gennaio dello stesso anno, per la durata di quattro mesi. Il pianeta in questo segno mette a disposizione tutta la sua creatività per la ricerca, che deve ampliare sempre più gli orizzonti, come vogliono appunto il segno e la casa nona, sua cosignificante.

Nettuno a gennaio 1995 transita ai 25° del Capricorno e prosegue il suo cammino fino ad entrare in Acquario a gennaio 1998. La fantasia, la mutevolezza del pianeta vengono limitate dal segno, che ne fa uso soprattutto per un proprio tornaconto, per un proprio prestigio, come vuole la casa decima, sua cosignificante.

Urano in gennaio 1996 entra in Acquario dando man forte a Nettuno, aiutandolo a concretizzare le idee da esso suggerite, portando così innovazioni di avanzata tecnologia, sempre più perfetta.

L’entrata dei due pianeti in Acquario, cosignificante della casa undicesima, dà origine ai primi casi di salvataggio di neonati che nascono a ventitré settimane; lo sperimentalismo funziona, ma non vi è sicurezza per il futuro equilibrio psico-fisico del bambino. L’opposizione che i due pianeti formano alla casa quinta, Leone, influiscono sulla capacità di avere e quindi di spendere energia: il bambino alternerà momenti in cui sarà vitale e attivo ad altri in cui sarà pigro e apatico (Nettuno), momenti di esaltazione, di dinamismo, ad altri di scoraggiamento e di inattività (Urano). La quadratura che i due pianeti formano al Toro, casa seconda, determina confusione e incertezza al neonato: il suo clan iniziale è costituito da medici e da infermieri, per la maggioranza del tempo e solo sporadicamente dalle persone care, che prenderanno maggior importanza solo quando egli sarà dimesso. La quadratura con lo Scorpione, casa ottava determina quelle ansie, quei timori dati dall’abbandono affettivo, che l’isolamento comporta e quei tagli, che egli vive in particolare quando la mamma lo lascia per tornarsene a casa.

Nei neonati che nascono al di sotto delle trentadue-trentaquattro settimane di gestazione, l’organismo non è funzionalmente completo e soprattutto i polmoni non sono sufficientemente sviluppati, perché non ancora in grado di produrre quantità sufficienti di surfattante, sostanza necessaria per mantenere espanso l’alveolo polmonare, consentendo così l’atto respiratorio. Data l’incapacità di respirazione autonoma, il prematuro deve essere intubato: azione che deve avvenire rapidissimamente, in pochi secondi, senza poter ricorrere ad anestesia, quindi in modo traumatico e doloroso. Il respiratore, cui il neonato viene collegato, se da un lato gli permette di vivere, dall’altro può provocargli danni anche irreversibili, se la sua necessità si prolunga nel tempo. Inoltre, l’elevata percentuale di ossigeno, contenuta nella miscela respiratoria, provoca un cambiamento della struttura anatomica dei polmoni, con esiti in fibrosi, che lede l’elasticità del polmone, fino ai quadri più conclamati di broncodisplasia: si tratta di un totale sovvertimento dell’anatomia polmonare.

Premature baby at 27
weeksI prematuri nati dalle ventitré alle ventotto settimane di gestazione, che ho analizzato, presentano delle costanti: quasi tutti sono gemelli, dei quali il primo nato è spesso il più magro ed è quello che sopravvive. Il secondo, molte volte, si presenta podalico ed è quello che quasi sempre muore. Le nascite avvengono a distanza di otto o al massimo di venti minuti l’una dall’altra. Ciò significa che tutti i pianeti sono posizionati sugli stessi gradi, anche la Luna, nonostante sia il pianeta più veloce. La differenza di minuti nel momento della nascita costituisce l’unico elemento di diversità, che è fondamentale perché provoca la differenza di qualche grado dell’Ascendente. Il che significa far slittare lo stesso pianeta in case diverse e determinare così gli elementi, che si riveleranno essenziali nella diversa evoluzione delle due piccole vite. Più frequentemente si tratta dei due luminari, seguiti da Marte e da Venere. Le case in cui si verificano preferibilmente queste diversità sono la sesta e la settima, la quinta e la quarta, la prima e la dodicesima. Il più delle volte il prematuro, che sopravvive, ha il pianeta in quinta o in prima, case vitali, dove Sole e Marte padroneggiano, o in settima, in cui il pianeta è legato a Marte o si trova nel segno dell’Ariete. Nel tema del gemello, che muore, il pianeta è situato in casa quarta o in dodicesima, settori più fragili, dove la Luna è dominante o in casa sesta, in cui il pianeta è soffocato. Altra costante è la lesione di Plutone al Sole o a Mercurio o a Venere nell’asse Gemelli- Sagittario, cioè casa terza-casa nona, oppure nell’asse Leone-Acquario, cioè casa quinta-casa undicesima.

Camilla e Carlotta

CarlottaPer Camilla e per Carlotta, due gemelle monovulari, il calvario inizia quando sono ancora nel ventre materno, a cinque mesi e mezzo dal concepimento. Un’enorme quantità di liquido amniotico, presente in uno dei due sacchi, rischia di soffocare Camilla, con la sua pressione. Si rende necessaria l’evacuazione del liquido, che viene eseguita nella ventiquattresima settimana di gestazione. Ma a fine giugno, un ritardo nell’operazione provoca la rottura di un sacco e quindi la nascita delle bimbe. Camilla è la prima a nascere e pesa 820 gr. Carlotta si presenta podalica, la difficoltà di estrarla le causa lesioni vascolari, con cancrena al piede e alla gamba destra; pesa 750 gr. e per i pochi giorni che vive, non risponde ai farmaci, né alle più moderne cure.

CamillaOsservando i due temi natali vediamo che l’Ascendente di Camilla precede di 5° quello di Carlotta: è l’unica differenza, determinata dai dodici minuti di intervallo tra le due nascite, però importante in quanto modifica la posizione della Luna. Nel tema di Carlotta il pianeta viene a trovarsi in casa quarta: i valori cancerini in tal modo si acuiscono, rendendo il soggetto più debole; inoltre la presenza di Giove in Pesci, cosignificante della casa dodicesima e quella di Urano e Nettuno nella stessa casa, aumentano tale fragilità. Camilla invece ha la Luna in casa quinta, cosignificante Leone che inoltre forma congiunzione spuria con il Sole, raddoppiando le forti valenze solari che le infondono vitalità, tale da affrontare i problemi presenti. Infatti la quadratura di Giove a Marte e alla Luna, situati in Gemelli, le procurano gravi difficoltà respiratorie e la quadratura al Sole in Cancro le provoca pesanti problemi alimentari. Alla nascita Camilla reagisce bene, tanto che dopo quindici giorni soltanto viene tolto il tubo tracheale e inserito il tubo nasale. Ma in seguito si verificano ripetute crisi respiratorie, fino a richiedere la tracheotomia. Ai primi di marzo 99 in seguito ad una tra le più gravi crisi respiratorie, si pensa al peggio, ma si riprende, sia pure sempre attaccata al respiratore. La sua crescita è minima; (Plutone in quadrato a Venere) a quindici mesi pesa solo 5 kg. Si rende così indispensabile l’intervento di gastrostomia, per ovviare all’insufficiente alimentazione; ciò nonostante tre mesi più tardi si rende necessario un ulteriore intervento allo stomaco (fundus plicatio) per eliminare il reflusso del cibo. In tutte queste drammatiche vicende, Camilla dimostra sorprendente vitalità, che acquisisce linfa dall’amore, che le trasmette la presenza costante e assidua dei genitori, (Sole congiunto alla Luna in casa quinta) i quali si avvicendano accanto a lei senza interruzione in ospedale, dove la bimba giunge a festeggiare il suo secondo compleanno. È il mese di luglio 2000, Camilla viene dimessa: pesa 9 kg.

L’ingresso in famiglia le procura una rapida ripresa, aumenta di peso e di altezza, a dicembre dello stesso anno inizia a camminare a carponi. Aumenta la sua capacità respiratoria, tanto da ridurre solo alla notte la sua dipendenza dal respiratore. Giove in casa prima le offre una certa notorietà, infatti intorno a lei nasce l’interesse degli studiosi, essendo Camilla l’unico caso in Italia di prematuro, sofferente di grave bronco-displasia, (Giove in Pesci) che però non intacca né la mobilità né la funzione cerebrale. Attualmente le sue due maggiori difficoltà stanno nel rifiuto ad inghiottire qualsiasi cibo e nella parola; nuovamente Giove leso le provoca il blocco psicologico relativo all’alimentazione, dovuto alla memoria inconscia della violenza, subita con l’intubazione forzata. La tracheotomia è ancora attiva, nonostante da fine aprile 2001 Camilla riesca a respirare spontaneamente, con ossigeno a flusso libero attraverso il filtro tracheale; ma talvolta, quando sta male, ha ancora bisogno di ricorrere al respiratore. È questa una delle cause che le impedisce di esprimersi con la parola, ma essendo Camilla molto vivace e di brillante intelligenza, (Luna in Gemelli), riesce ugualmente a farsi capire tramite il linguaggio del corpo. Col trascorrere degli anni Camilla cresce e i problemi respiratori vanno attenuandosi, tanto che a fine maggio 2006 viene sottoposta ad un intervento di chiusura della tracheotomia. Tale operazione le permetterà di comunicare verbalmente, di assaporare il cibo ed inoltre di spostarsi e compiere dei viaggi, per compiere i quali necessiterà comunque della presenza della bombola d’ossigeno per ovviare, in caso di bisogno, alle crisi respiratorie.

libroAttualmente Camilla segue un’alimentazione variegata e riesce a parlare, anche se non perfettamente, poiché alcune consonanti sono per lei ancora troppo difficili da pronunciare correttamente. Frequenta la scuola comunale ed il suo profitto scolastico, pur permanendo delle difficoltà di vario genere, motorio, psicologico e cognitivo, è buono, grazie alle sue capacità intellettive e soprattutto al costante impegno, nel quale è sostenuta in modo diretto ed amorevole dalla madre e più velatamente dal padre. I coetanei ed i compagni di scuola l’hanno accettata senza difficoltà grazie al carattere brioso, al suo bel visino e alla sua immagine minuta.

A volte la piccola mostra un atteggiamento che la madre definisce “celestiale”, perché sembra proiettata verso il cielo: cammina in punta di piedi quasi volesse raggiungerlo, quel cielo, che pare essere la sede del suo mondo fantastico, pieno di sogni e giochi. Il luogo ideale per proiettare il suo Nettuno in casa dodicesima, che le consente di distaccarsi da una realtà dolorosa e troppo impegnativa per una bambina tanto piccola.

Pubblicità
Posizioni attuali dei pianeti
22-Nov-2017, 03:34 UT/GMT
Sole01'14"20s09
Luna100'15"19s57
Mercurio2146'24"25s43
Venere1823'35"16s18
Marte199'56"6s30
Giove913'21"13s36
Saturno2646'19"22s27
Urano2515'56"r9n13
Nettuno1127'56"r8s07
Plutone1734' 6"21s46
Nodo vero187'45"r15n24
Chirone2423'53"r1n17
Spiegazioni dei simboli
Carta del momento
Pubblicità
Uno dei più grandi portali astrologici WWW.ASTRO.COM offre molte funzioni gratuite sulla materia. Con interpretazioni astrologiche altamente qualitative da parte di astrologi di fama mondiale come Liz Greene, Robert Hand e altri autori, molti oroscopi gratuiti ed informazioni approfondite sull'astrologia per principianti e professionisti, www.astro.com è il primo indirizzo per l'astrologia online.
Homepage - Oroscop Gratuiti - Astro Shop - Tutto su astrologia - Ephemeris - Autori e staff - Il Mio Astro - Accesso Atlante - Sitemap - FAQ - Forum - A proposito di Astrodienst