Sincronicità

Ciò che è in basso è come ciò che è in alto

Nel 1952 Jung ha pubblicato un articolo dal titolo "Synchronizität als ein Prinzip akausaler Zusammenhänge" (La sincronicità come principio di nessi acausali). Il concetto di sincronicità va oltre la pura e semplice spiegazione causale del mondo - che è ancora dominio delle nostre scienze naturali. Jung sostiene che gli incidenti che accadono in sincronicità (nello stesso momento) non sono necessariamente connessi dal punto di vista causale. Tuttavia, ci potrebbe essere una connessione significativa tra loro.

Kingfisher

Anthony Stevens descrive un'esperienza fatta da Jung. Questi, in sogno, si è imbattuto nella figura alata di un martin pescatore. Per ricordarsi meglio il sogno ha voluto disegnare la figura e mentre disegnava, ha trovato nel suo giardino il cadavere di un martin pescatore. Il fatto è che questi uccelli sono molto rari nella zona di Zurigo. Questo evento straordinario coincideva tra l'altro con forti emozioni interne.

Vi succederà spesso di trovarvi in situazioni che vi portano a pensare: "Non può essere una coincidenza!" Forse avete finito di leggere un libro che vi comunica idee inusuali. Improvvisamente la gente che vi sta attorno vi parla degli stessi argomenti, ci sono servizi in TV, articoli su Internet, vi imbattete di continuo in concetti simili. Questi incidenti avvengono simultaneamente, ma di certo non sono uno la causa dell'altro. Potrebbero avere connessionni, ma di altro genere.

Brigitte Hamann, astrologa tedesca, sintetizza questo fenomeno nell'articolo "Gedanken über Astrologie, Synchronizität und Prognose" (riflessioni su astrologia, sincronicità e predizione):

Un certo incidente accade ad una certa persona in un certo momento in una maniera che assume per lui un significato speciale poiché rivela connessioni importanti molto significative nella vita di questa persona. Qualunque altro osservatore dello stesso avvenimento lo considererebbe un fenomeno casuale senza dargli un significato particolare. Per lui non c'è connessione sincronistica nell'avvenimento, e quindi a lui non dice nulla.

The "influence of the stars" does not exist L'astrologia si basa sul principio di sincronicità. L'"influenza delle stelle" non esiste in senso causale. Non è affatto un'influenza causale. L'astrologia "lavora" - se si può usare questo termine - nella maniera inscritta sulla tabula smaragdina:

 

Ciò che è in basso è come ciò che è in alto. E ciò che è in alto è come ciò che è in basso, per perpetuare il miracolo della Cosa Unica.

Dal momento che l'universale si trova riflesso nello specifico, è possibile tirare conclusioni riguardanti eventi terreni a partire dalle costellazioni celesti.

Liz Greene: la posizione dl cielo in un dato momento, riflettendo le qualità di quel momento, riflette anche le qualità di qualunque cosa nata in quel momento. (…) Una non causa l'altra; sono sincroniche e si specchiano l'una con l'altra.

È senza dubbio un concetto esteso di sincronicità, perché non si riferisce semplicemente ad un individuo ed al suo rapporto con l'ambiente che lo circonda più da vicino. Infatti, esso vede ogni cosa nell'universo come correlata in maniera significativa. Questa tendenza ad assumere connessioni significative tra fenomeni che avvengono simultaneamente è comune all'astrologia e alla sincronicità di Jung.

 

Posizioni attuali dei pianeti
19-Apr-2014, 09:48 UT/GMT
Sole29Ariete15'45"
Luna20Sagittario50'32"
Mercurio21Ariete50'42"
Venere14Pesci41'53"
Marte14Bilancia59' 8"r
Giove13Cancro22'20"
Saturno21Scorpione33'42"r
Urano13Ariete26'10"
Nettuno6Pesci53'52"
Plutone13Capricorno34'31"r
Nodo vero28Bilancia22'57"r
Chirone16Pesci6'11"
Spiegazioni dei simboli
Carta del momento
Pasquale
Astrodienst Bonus Pasquale
Pubblicità
Loading