Principi junghiani

Lo psicologo svizzero e primo discepolo di Freud, Carl Gustav Jung, era interessato agli insegnamenti dell'alchimia e dell'astrologia, soprattutto durante le ultime fasi della sua vita lavorativa. I risultati di questa ricerca si possono trovare nella sua psicologia analitica, la cui teoria va molto oltre gli insegnamenti di Freud.

Freud sostiene che un bambino quando nasce è come una tabula rasa e la personalità comincia a svilupparsi a partire dalla nascita. Jung, al contrario, dice nel suo libro I tipi psicologici: la predisposizione dell'individuo è già un fattore nell' infanzia; è innata, non acquisita durante l'esistenza.

Orosocopo di C.G. Jung

Tutta la teoria astrologica si basa su questo principio. Liz Greene, psicanalista e astrologa junghiana, è convinta che l'astrologia può aiutare a scoprire la natura di questo seme innato. L'astrologia, scrive in Relating, non solo ci dice quale è l'io che conosciamo, ma anche quello che non conosciamo. L'oroscopo, come mappa della psiche, può individuare dei tratti della personalità che non sono ancora diventati consci. Con questo aiuto abbiamo la possibilità di conoscerci meglio e arrivare ad una più completa conoscenza della nostra vera natura. La psicolgia analitica di Jung cerca di fare qualcosa di simile: l'individuazione e il raggiungimento del vero io.

Alcuni dei principi junghiani presenti nell'astrologia saranno descritti nelle pagine seguenti. Affronteremo i concetti di "Sincronicità", "Archetipi" e "I tipi psicologici".

 

Posizioni attuali dei pianeti
30-Ago-2014, 14:21 UT/GMT
Sole7Vergine8'38"
Luna2Scorpione50'26"
Mercurio25Vergine55'38"
Venere22Leone27' 2"
Marte20Scorpione40'53"
Giove9Leone52'10"
Saturno17Scorpione57'32"
Urano15Ariete54'35"r
Nettuno6Pesci9'28"r
Plutone11Capricorno7'49"r
Nodo vero19Bilancia54'17"
Chirone15Pesci47'24"r
Spiegazioni dei simboli
Carta del momento
Prospettive a Lungo Termine, di Liz Greene
Pubblicità
Loading