Lilith - Ribellione e Eros

di Lianella Livaldi Laun

 



Le due versioni del mito

La versione del mito di Lilith che ci e´piu´nota e´quella nella quale la moglie ribelle di Adamo viene cacciata dal Paradiso per la sua riluttanza a sottomettersi alla legge divina che imponeva alla donna l´obbedienza e la sottomissione nei confronti del suo compagno. Liliht fu esiliata sulle sponde del Mar Rosso e divenne la compagna dei Demoni che li´vivevano.

Un´altra versione del mito ci fa comprendere il carattere di questa figura e ce la fa assomigliare alle tante donne moderne le quali con coraggio e dignita´hanno saputo liberarsi di legami soffocanti ed umilianti. Nella Sohar (13-14 secolo dopo Cristo) troviamo Lilith inccompresa ed annoiata, insoddisfatta della sua unione con Adamo che la obbligava a giacere sotto di lui. In questa versione del mito non e´Dio che scaccia Lilith, ma essa si ribella e abbandona il Paradiso per rifugiarsi sulle rive del Mar Rosso. Essa si sceglie il compagno che piu´le piace e scopre con il demone Samaele i piaceri del sesso sfrenato. In questa versione Lilith agisce deliberatamente, non e´piu´vittima , ma padrona del proprio destino. Ella fugge da una situazione divenuta insostenibile e sceglie la liberta´, che paga pero´al caro prezzo del completo isolamento. La liberta´che ella sceglie la emargina e indurisce il suo carattere. Lilith diviene crudele per vendetta. Uccide i nascituri nello stesso modo in cui Dio stermina la sua prole. Essa partorisce un figlio ogni minuto che gia´prima di nascere e´destinato a morire. Per l´amore della libertá, assume su di se`dolore, e perdite, ma non ritorna mai indietro.

Lilith fugge dal paradiso perche´non vuole perdere la sua integrita´, prima di rinunciare all´espressione autentica della sua personalita´lascia il Paradiso nel quale non le sarebbe mancato niente, ma sarebbe vissuta accanto ad un uomo che non l´avrebbe mai compresa ed accettata fino in fondo. Ella vuole essere considerata al pari di Adamo. Non proviene forse dalla stessa terra dalla quale Dio aveva creato il primo uomo?

I transiti di Lilith

Durante i transiti di Lilith, la Luna Nera sul nostro oroscopo natale e durante i transiti dei pianeti lenti su Lilith di nascita ci troviamo di fronte a situazioni che ci obbligano a tagliare i ponti con il passato. Situazioni che ci confrontano con il dolore, nelle quali il Leit motiv e´la perdita e la separazione. Ci sentiamo spinti a prendere coscienza, a rinunciare a cio´che ci offre sicurezza, ma che ci limita e ci impedisce di crescere. Rifiutare di aprire gli occhi equivale a rimanere prigionieri di un illusorio Paradiso. Una cliente mi confido´durante un consulto di avere passato tutta la vita di coppia a sprecare energia, sforzandosi di divenire simile alla donna che suo marito aveva come ideale. Per ben trent´anni ella ha finto di essere quella che non era per compiacere suo marito e per essere amata da lui. Adesso a sessanta anni non sa chi sia veramente. Non ha mai provato ad essere se stessa ed in tutti questi anni ha perso il contatto con il suo Io interiore.

Se gli astrologi moderni paragonano Plutone al chirurgo che opera a fin di bene e taglia gli organi malati per permettere all´organismo di rigenerarsi, un autore tedesco paragona Lilith al bisturi necessario all´intervento chirurgico. L´azione di entrambi questi principi astrologici la viviamo durante i transiti quando contemporaneamente a Plutone opera anche Lilith. Durante un transito gia´iniziato di Plutone cominciamo a livello intimo a distaccarci da situazioni e da persone che non sono piu´“necessarie“ al nostro sviluppo. Plutone essendo un pianeta lento temporeggia, agisce occultamente. Quando pero´nel bel mezzo di un processo plutonico, la Luna Nera tocca un punto cruciale nel Radix, il processo si accellera e durante il periodo in cui Lilith agisce (due o tre mesi) prendiamo delle decisioni ed agiamo.

Nella Sohar sta scritto che Adamo non sopportava la perdita della sua compagna, aveva nostalgia di lei. Imploro´Dio di riportargliela. Fu cosi´che tre angeli mandati dal signore nel deserto a cercare Lilith , ritornarono a mani vuote. Essa disse loro:“come posso ora che mi sono accoppiata con i demoni ritornare dal mio sposo? Lasciate qui!“ La decisione di Lilith e´dettata dalla consapevolezza che essa dopo questa esperienza non potra´piu´essere quella che era prima. E in questo stato d´animo ci sentiamo noi quando abbiamo vissuto dei transiti importanti e siamo cambiati. Dopo un transito di Plutone o di Lilith le esperienze vissute ci hanno cosi´trasformato che ci diviene impossibile ritornare ai vecchi schemi e alle vecchie abitudini!

Lilith ci confront acon situazioni-limite della nostra esistenza e con il nostro lato ombra. Anche se e´un principio femminile, agisce anche negli oroscopi maschili spingendo i soggetti a liberarsi da situazioni insoddisfacenti e false. Durante i transiti di Lilith dobbiamo simbolicamente attraversare il deserto prima di raggiungere le „rive del Mar Rosso“.

Lilith nella sua manifestazione astrologica ed onirica

Ho notato spesso che nei sogni che facciamo durante tali transiti il deserto e´un simbolo che appare spesso. L´esperienza del deserto nel sogno e´ tipica dei periodi che procedono un grande cambiamento. Periodi nei quali ci sentiamo spinti a rinnovarci, ma abbiamo paura di affrontare le conseguenze che tali cambiamenti possono portare con se, e cosi´indugiamo. Con il simbolo del deserto il nostro inconscio ci prepara al grande trapasso. Il soggiorno nel deserto non e´un´ esperienza solo femminile. Gesu´si ritiro´nel deserto e venne tentato tre volte da Satana. Anche il profeta Elia si rifugio´nel deserto per sfuggire alle ire della regina Isebell che lo voleva punire per la strage che esso aveva fatto, uccidendo i profeti pagani del Baal. Nel deserto esausto egli voleva lasciarsi morire. Un angelo lo incito´due volte a mangiare pane appena sfornato e bere acqua pura. Rimessosi in forze riusci´a portare il suo compito a termine ed a raggiungere la sacra montagna di Horeb. Le trame che hanno come motivo il deserto sono riscontrabili sia nei sogni femminili che in quelli maschili.

La psicanalista tedesca Ingrid Riedel descrive nel suo libro „Lebensräume, Lebenträume“ (Herder Verlag Freiburg) il sogno di una sua cliente che viveva una situazione familiare molto insoddisfacente. Nel sogno ella senti´una voce che la esortava a lasciare la casa del „padre“ e ad andare nel deserto. La paziente della Riedel nel sogno si incammino´verso´il deserto, ma prima di raggiungerlo svenne nel sonno, dalla grande emozione. La reazione fisica della paziente rispecchiva al momento la sua incapacita´ a lasciare il marito che nella sua vita aveva piu´una funzione di padre che di sposo e incamminarsi verso l´incognita che l´attendeva. Non era ancora preparata al passo che avrebbe forgiato la sua identita´ e fatta crescere. L´atteggiamento paterno del marito le impediva di svilupparsi ed essa razionalmente lo sapeva, ma la reazione al sogno fece capire alla sua analista che non era ancora arrivato il momento di agire. L´Io non era acnora abbastanza forte per attraversare da solo il deserto.

Lilith e l´eros

Lilith, la Luna Nera e´un principio legato anche alla sessualita´e all´erotismo. Lilith al contrario di Eva non viveva il sesso per procreare, ma per lussuria. Lilith in ogni donna rappresenta il suo lato-ombra: l´amante del diavolo. L´amante e non la sposa. Per questo e´tipico trovare negli oroscopi nei quali Lilith e´legata ai pianeti delle relazioni e della sessualita´la tematica del triangolo.

Accanto a Ismaele ella scopre se stessa come donna e come amante, non e´piu´costretta a giacere secondo le regole imposte dal suo uomo, ma vive il sesso per piacere. Nella prima parte della vita molte donne vivono il lato Eva della loro femminilita´. Si lasciano guidare nella scoperta della sessualita´dall´uomo, procreano e si dedicano ai figli, il sesso passa di secondo piano. Durante la seconda parte della vita, quando la donna acquista sicurezza, quando il tempo di mettere al mondo dei figli e`passato, molte donne riscoprono il loro corpo. Vivono la sessualita´piu´liberamente. Sono mature e sono consapevoli di cosa desiderano. Il loro corpo non ha piu´segreti per loro, sono piu´esigenti e giudicano le prestazioni maschili.

In questo periodo della sua vita la donna-Lilith puo´decidere se ritornare da Adamo ed istaurare con lui un rapporto diverso oppure cercarsi un´altro amante che riesca a soddisfarla di piú e le sia veramente complementare. La scrittrice americana Barbara Black Kultov scrive nel suo libro:“ Lilith“:“Molto spesso arrivata allo Zenith della propria vita, una donna viene assalita da un desiderio fortemente lillittiano nei confronti di un uomo come Adamo, la cui bellezza é pari a quella del Sole. Lilith ha bisogno di Adamo, la sua originaria altra metá, come il Sole della Luna.

Il sogno di Regina

Maria-Regina e´una donna di 46 anni che si e´sposata a 42 anni dopo una vita da single. Ha studiato teologia e lavora per la Caritas. Proviene da una famiglia cattolica e la sua educazione e´stata abbastanza rigida. Durante un seminario sui sogni che abbiamo visitato assieme, Regina ci racconto´un sogno che l´aveva molto toccata:

„Mi trovo in un istituto di istruzione grande e moderno. Non ho nessun bagaglio con me. Indosso un vestito leggero e sta piovendo, cosí che arrivo alla recepion completamente bagnata. Dico ad una giovane donna che ho prenotato una camera. Realizzo pero´che non ho ne´soldi ne´documenti e neppure un bagaglio. Dico „Io ho studiato a Friburgo“, ma la giovane donna non mi crede, inizia a farmi domande su Friburgo, ad interrogarmi, ma sento che non si fida di me, e la probabilitá di avere una camera sfuma sempre di piú. A un certo punto, lungo il corridoio, scorgo mio padre che viene verso la reception. Gli vado incontro e ci abbracciamo. Egli si rivolge alla donna dicendogli:“Sono qui per una confernza sull´erotismo della regina della notte. Voglio vedere l´aula!“ Gli dico che non ho soldi, ne documenti con me. Eppure sento che é tutto a posto. Poi ci troviamo nell´aula in cui verrá tenuta la conferenza.“

Dobbiamo soffermarci sul tema-chiave del sogno: l´eros della regina della notte. La regina della notte nell´opera di Mozart e´una figura che spesso viene associata a Lilith. Parlando del suo sogno all´interno del nostro gruppo, Regina ci racconto´che il padre, grande estimatore di Mozart le aveva fatto conoscere quando era piccola l´opera „Il flauto magico“. E fu proprio il padre che le dette il nome Regina. E nel sogno é il padre che attira la sua attenzione verso la tematica della conferenza. Regina ne e´interessata e entra nella sala per ascoltare la relazione. Per il lavoro su questo sogno abbiamo letto una citazione da un libro del nostro insegnante Hellmut Hark:“

Il padre permea la capacita´di amare della donna, cosí come per la bambina il padre suscita il primo innamoramento. Nella vita di adulta la sua fascinazionenella realtá e la sua comparsa all´interno del sogno influenzano la sua capacitá di amare, l´eros e le relazioni della figlia e conseguentemente agiscono perfino sulle sue possibilitá di incontrare il partner. (Hellmut Hark, Katrin Asper: Vaterträume, Kinderträume)

Maria-Regina fece questo sogno durante un transito della Luna Nera che attivava la congiunzione Sole/Plutone nel suo oroscopo natale (Dati 16.8.54 alle 17:12 in Landau in der Pfalz). Lilith, la regina dell´erotismo stimolava in quel periodo i ricordi inconsci legati alla figura paterna (il Sole) e al risveglio della sua sessualita´quando era un´adolescente. Nell´oroscopo natale di questa donna Lilith ha una posizione dominante, essa e´ in congiunzione al Medio Cielo. Regina, pero´non aveva ancora fatto conoscenza con questo lato di se stessa. La sua educazione religiosa, le impediva il confronto con Lilith, la regina della notte. Quel tipo di sessualita´rappresentata dalla Luna Nera le era sconosciuto. Nel sogno essa viene invitata a entrare in contatto con questo principio astrologico. Non e´un caso che nel sogno Maria-Regina non abbia con se i documenti. La vecchia identita´si e´dissolta, essa ne acquistera´una nuova dopo avere ascoltato la conferenza.

Un´altra tematica di Lilith sono le relazioni difficili. Le passioni impossibili, i drammi amorosi e i triangoli. Un´altra donna sogno´durante un transito di Lilith sulla sua posizione natale nel radix di giacere nuda per terra assieme al suo amante. Essi si baciano nel sogno appassionatamente. La donna dopo un bacio intenso che nel sogno le rammenta il dipinto di Franz von Stück „il bacio della sfinge“, sente un sapore amaro , spaventata si accorge di avere in bocca dei grumi di sangue. Al momento del sogno la mia cliente aveva una storia che le costava molta energia. Amava quest´uomo appassionatamente, ma riceveva da lui ben poco.

La sfinge e´un´altra figura mitologica associata spesso a Lilith. Essa aveva le sembianze di una fanciulla, ma dalla vita in giu´aveva il corpo di una leonessa. Questa figura spaventosa attendeva su una colonna di marmo, nel mezzo di un mercato, i giovani piu´belli e valorosi della citta´di Tebe. Dopo averli rapiti ed amati, succhiava loro il sangue e li lasciava senza vita. Le relazioni sotto la reggenza di Lilith, la Luna Nera, possono essere cosí estenuanti.

 

Tratto dal Libro di:
Lianella Livaldi Laun:
Iniziazione all´Astrologia e Sogno
Iniziazioni Medierranee
(ISBN 88-272-1482-8)

 

Posizioni attuali dei pianeti
24-Lug-2014, 06:01 UT/GMT
Sole1Leone17'12"
Luna1Cancro31'53"
Mercurio15Cancro10'13"
Venere6Cancro50'15"
Marte29Bilancia2'28"
Giove1Leone44'10"
Saturno16Scorpione39'12"
Urano16Ariete30'24"r
Nettuno7Pesci6' 4"r
Plutone11Capricorno48'15"r
Nodo vero23Bilancia17'14"r
Chirone17Pesci15'26"r
Spiegazioni dei simboli
Carta del momento
Prospettive a Lungo Termine, di Liz Greene
Pubblicità
Loading