Le Parti Arabe
di Renzo Baldini


La Parte del Sole

Viceversa, se prendiamo la distanza che separa non già il Sole dalla Luna ma la Luna dal Sole, ovvero proietto questa distanza dall’Ascendente, troveremo quella che gli antichi chiamavano Parte delle cose future e che Dane Rudhyar chiamò Parte di Spirito, ovvero la PARTE DEL SOLE. La formula per trovare la Parte del Sole sarà:

AS + SOLE – LUNA.

Gli antichi chiamavano questa Parte Daimon. Se la Parte di Fortuna era legata al corpo, quindi alle cose esterne, la Parte del Sole era legata all’animo e all’intelletto, quindi alle cose interne, celate (e talvolta veniva chiamata anche Pars Celati). Daimon è il Sole. Macrobio dice: “…il Sole, che è creatore dello spirito, del calore e della luce, è padre e custode della vita umana ed è quindi ritenuto Daimon, ovvero la divinità tutelare (deus) di chi sta per nascere…”.

Ma quale è la differenza tra le due Parti legate ai luminari? E perché (come di regola si dovrebbe) vanno usate entrambe? La Parte di Fortuna, come detto, è legata alla Luna, quindi alla forma, alla costruzione, ma anche alle nostre esigenze, diciamo così, fisico-biologiche: lo stare bene, in salute, il trovare il sostentamento per noi e l’altrui vita, il costruirsi una casa, il darsi una direzione. La Parte del Sole, invece, è legata al Sole, quindi al nostro essere, al nostro spirito, alla nostra evoluzione; è energia pura, irradiante, impulso a fare; anche, se la Parte di Fortuna è “costruzione”, la Parte del Sole sarà il progetto di questa costruzione; si potrebbe dire che la Parte del Sole è la causa e la Parte di Fortuna l’effetto: una il punto di partenza, l’idea, l’altra il punto di arrivo, l’espressione di questa idea; ovvio l’usarle entrambe.

Parte del Sole e Parte di Fortuna sono “espressioni complementari del rapporto angolare costantemente cangiante tra Luna e Sole”, e siccome il punto di partenza è sempre l’Ascendente, è ovvio che se il Sole e la Luna sono congiunti tra loro (fase di Luna Nuova), sia la Parte del Sole che la Parte di Fortuna si troveranno congiunte all’Ascendente, mentre nel caso di una opposizione Sole/Luna (fase di Luna Piena) le due Parti si troveranno congiunte al Discendente; consideriamo poi, e questa è cosa molto importante, che, iniziando il ciclo luni-solare, la Parte del Sole si muoverà di moto retrogrado rispetto alla sequenza zodiacale, mentre la Parte di Fortuna avrà moto diretto, e tanto una sarà avanti l’Ascendente tanto l’altra ne sarà dietro, come si vede dalle figure qui sotto.

Parte di Mercurio

AS + Parte di Fortuna – Parte del Sole

Altre formule:
AS + Mercurio – Parte del Sole
AS + Mercurio – Sole

La Pars Mercurii, o Kléros Anànkes, ovvero Parte della Necessità, veniva chiamata anche Parte della povertà o Parte dell’intelletto ordinario, e significava la povertà dell’intelletto, dell’intelligenza, la guerra, le dispute, la lotta, la meschinità, i nemici, ma anche significava l’astuzia, l’intelletto, gli scritti, i negoziati, il commercio, l’astronomia e le scienze in genere. Paolo d’Alessandria (seconda metà del IV secolo d.C.) dice che “Ananke significa i legami, la subordinazione, le lotte e i combattimenti, le inimicizie e l’odio e le accuse e ogni altro violento accidente che può sopraggiungere agli uomini nel corso della vita”.[1] Il considerare questa Parte esclusivamente legata ai “nemici”, come evidenziato da Macrobio, Vettio Valente

Le Parti Arabe
Ordinare:
www.renzobaldini.it
e altri, non le rende affatto giustizia, anzi, la costringe in un ruolo decisamente troppo riduttivo oltre che negativo in partenza; il fatto poi che per la sua estrazione si tenga conto della Parte del Sole e della Parte di Fortuna, dovrebbe quantomeno far capire che essa ha un ruolo più incisivo e comunque meno negativo di quanto a prima vista appare. Certo ha a che fare anche con le situazioni difficili e intricate, e sicuramente rappresenta il modo in cui un soggetto porta avanti i propri affari, del grado di legittimità degli stessi, del suo più o meno avvicinarsi a quella linea di demarcazione fra lecito e non lecito, legale o illegale.

Questa Parte può anche esserci di aiuto nel capire l’uso che la persona fa del proprio piano mentale e comunque del tipo di intelletto che la contraddistingue, quali sono i suoi ideali o lo stile di vita. Studieremo in particolare il Segno che la ospita, dandoci questo indicazioni sul tipo di vicende che accadranno al soggetto e sul tipo di mentalità; osserveremo la Casa in cui va a collocarsi, che ci parlerà del luogo in cui tali vicende si verificheranno, per quale causa il soggetto si troverà a doversi difendere, ma anche dove esprimerà maggiormente le proprie idee o quale luogo più le si confà. Così, ad esempio, una Parte di Mercurio in Pesci ci parlerà di un piano mentale che potremo definire “poetico”, o dispersivo, oppure elusivo, ma anche ci informerà sulla possibilità di subire inganni e tradimenti; se fosse in Capricorno, ci parlerebbe di rigore scientifico o predisposizione alla politica, ma anche di dispute e nemici per causa di atteggiamenti politici, oppure di sensazione di isolamento come anche il doversi allontanare dalla propria patria, sia costretto sia volontariamente per trovare fortuna; in Toro i problemi verranno dalla gestione delle finanze. In Decima Casa, accidenti in famiglia, allontanamento dal proprio entourage, ma anche ambizione; in Nona problemi con la giustizia o all’estero; in Quarta i nemici sono da ricercare nel proprio ambiente.

Parte di Venere

AS + Parte del Sole – Parte di Fortuna

Altre formule:
AS + Venere – Parte di Fortuna
AS + Venere – Sole

La Pars Veneris, o Kléros Érotos, ovvero Parte dell’Amore, detta anche Parte della concordia, significava i piaceri, i desideri e i bisogni legati alla sensualità, il coito, le unioni, le amicizie, il gioco e la concordia, il circondarsi di cose belle, piacevoli e che dilettano l’animo. Anche questa, come Anànke, veniva estratta grazie alle due Parti dei luminari, acquistando così un ruolo pressoché superiore nei confronti di quelle degli altri pianeti, ciò dimostrando l’importanza che questa Parte aveva nel giudizio dell’astrologo. Possiamo dire che rappresenta il sex-appeal della persona, il tipo di energia sensuale che essa irradia, il suo modo di porsi nei confronti degli altri, il suo presentarsi. Rappresenta ciò che fa piacere alla persona, ciò che più la attira, dove e come si sente a proprio agio, come e quanto lavora per ottenere ciò, quindi, anche, il successo nelle imprese, il riuscire agevolmente ad ottenere le cose grazie ai suoi modi di fare. Il Segno che ospita la Parte ci dirà del tipo di energia sensuale del soggetto, quale è il genere di desiderio verso cui è attratto, mentre la Casa indicherà il luogo dove potrà concretizzare tali cose. Così, una Parte di Venere in Capricorno potrà parlarci di pudicizia, oppure di attrazione per persone più grandi del soggetto o che sono un’autorità nel loro campo; in Cancro ci parlerà di amore per la famiglia, ma anche che il soggetto, se donna, ispirerà sentimenti materni e magari, perché no, potrà anche avere un bel decolleté o basare il proprio appeal su questo. Con la Parte di Venere in Nona Casa, il soggetto sarà attratto o incontrerà persone straniere, se in Quarta queste saranno preferibilmente trovate nel proprio ambiente, in Terza conterà molto l’affinità d’idee. In Tema femminile indicherà soprattutto il tipo di natura/desiderio cui il soggetto si sentirà portato.

Parte di Marte

AS + Marte – Parte di Fortuna

Altra formula:
AS + Marte – Sole

La Pars Martis, o Kléros Tòlmes, chiamata anche Parte dell’Audacia, del coraggio e dell’animosità, significava principalmente l’ardore nella battaglia, il valore, la determinatezza, la capacità di disporre gli eserciti, ma anche l’avventatezza, la fretta, l’impulsività, la macchinazione, l’astuzia e la seduzione per raggiungere scopi egoistici o per trarre guadagni o favori illeciti, talvolta significando anche l’incesto ottenuto con l’inganno. Possiamo usare questa Parte per capire come la persona “aggredisce” il mondo, in quale modo fa sentire la sua voce, così se la Parte di Marte fosse in Segni di Terra o di Fuoco avremo la caparbietà, il coraggio, la cognizione del proprio valore, la difesa dei propri interessi; in Segni di Acqua o di Aria un certo laissez-faire, oppure un’azione mediata dal sentimento, dall’emotività o da preconcetti. In Tema maschile questa Parte può essere letta anche come indicatrice del vigore sessuale, e osserveremo principalmente la natura del suo pianeta governatore e degli astri che la guardano. In Tema femminile, se forte per Segno o per aspetti, può far indulgere la persona ad atteggiamenti poco femminili.

Parte di Giove

AS + Giove – Parte del Sole

Altra formula:
AS + Giove – Sole

La Pars Iovis, o Kléros Nìkes, ovvero Parte della Vittoria, chiamata anche Parte della Felicità, significava appunto il conseguimento della vittoria, gli aiuti, la felicità, gli onori, la bontà, la fiducia, la fede; riguardava perciò anche le cose che sono vicine a Dio, il rapporto che l’uomo ha con le cose divine, quindi significava il culto, i sapienti e la saggezza. Agisce ovviamente secondo la natura del Segno in cui si trova, del tipo di aspetti che coinvolgono il suo pianeta governatore, del luogo in cui tale pianeta si trova, e della natura dei pianeti che la guardano. Può essere usata per capire la tendenza alla felicità, come la persona interpreta la vita, del suo ottimismo o pessimismo. Così, con questa Parte in Leone avremo la persona fiduciosa e che irradia forza e fiducia agli altri, in Cancro il fare il possibile per la propria famiglia, attaccamento alle radici e alle tradizioni, in Capricorno il punto forte potrebbe essere la pazienza e la dedizione, in Scorpione una certa difficoltà ad aprirsi tranquillamente alle cose della vita, talvolta mancanza di fiducia in sé, lotte emotive. Ovviamente l’analisi dovrà tenere conto dello stato del pianeta governatore della Parte.

Parte di Saturno

AS + Saturno – Parte di Fortuna

Altra formula:
AS + Saturno – Sole

La Pars Saturni, o Kléros Nemésos, ovvero Parte della Nemesi, chiamata anche Parte delle cose pesanti, significava la prudenza, la costanza, la perseveranza, la profondità della mente, la fede, la religione, ma anche, nella sua accezione negativa, la rovina, la perdita, le cose rubate, le disgrazie, significando altresì di che morte il soggetto può morire. Con il nome Nemesi era conosciuta una dea-Ninfa preposta alla Vita e alla Morte; Robert Graves, nel suo I miti greci, traduce Nemesi con “debita esecuzione”, ovvero questa dea interveniva umiliando quella persona che, baciata dalla fortuna (Tyche), vantandosi delle sue ricchezze non se ne serviva per alleviare le pene dei suoi concittadini.[2] Avendoci tramandato la tradizione che questa Parte significa anche il genere di morte di una persona, alcuni astrologi della vecchia guardia la usano a tutt’oggi per pronosticare di questo evento, la qual cosa, oltre ad essere moralmente discutibile, carica questo Punto Sensibile di un fardello più grande di quello che può portare; al limite, possiamo vedere la Parte di Saturno come indicatrice, a seconda del Segno in cui si viene a trovare e, importante, della posizione del suo pianeta governatore, di quella parte del corpo che abbisogna di un maggiore o continuo controllo, essendo quella zona anatomica e quelle funzioni sottoposte a subire le maggiori pesantezze della vita. Così, una Parte di Saturno in Gemelli dovrà orientarci su debolezze alle vie respiratorie, ai polmoni, ma se il suo governatore, Mercurio, fosse in Scorpione, dovremo pensare anche a questioni inerenti la zona e le funzioni uro-genitali. E però non è una Parte espressamente legata alla salute (ve ne sono altre, ben più parlanti, a questo proposito). Leggeremo la Parte di Saturno come elemento sì legato alla stanchezza, alle cose pesanti, alla fatica, ma anche come indicatrice del lavoro, dello sforzo da compiere per arrivare a prendere coscienza sia dei propri limiti sia del traguardo che ci è dato di raggiungere. In questo senso la posizione zodiacale di questa Parte fornirà sia il luogo sia il modo di questo sforzo. Così la Parte di Saturno in Toro, ad esempio, ci parlerà sì di avarizia o paura di perdere il controllo delle cose, quindi anche di eccessi possessivi così come di idee fisse, ma nel contempo ci dirà che la sicurezza e la lealtà diventano qui il traguardo evolutivo che la persona deve raggiungere.

Un Esempio

Per facilitare la comprensione dell’uso delle Parti Planetarie, comprese la Parte del Sole e la Parte di Fortuna, facciamo alcuni esempi aiutandoci con il Tema di Greta Garbo.

Il Tema di Greta Garbo

Greta Garbo, 18. settembre 1905, 19.30 MEZ, Stockholm.

Nel Tema di Greta Garbo, nata Greta Lovisa Gustafsson, unanimemente considerata un mito del cinema mondiale, le Parti planetarie sono così dislocate:

Parte di Fortuna 00.10 Acquario
Parte del Sole 10.30 Bilancia
Parte di Mercurio (16) 25.00 Vergine
Parte di Venere (17) 15.40 Acquario
Parte die Marte (18) 22.08 Ariete
Parte di Giove (19) 01.16 Acquario
Parte di Saturno (20) 02.48. Cancro

 

Parte di Fortuna e Parte del Sole

Innanzitutto la Parte di Fortuna si trova sopra l’orizzonte, mentre la Parte del Sole è sotto; questa situazione, che dal punto di vista spirituale abbiamo legato a quella fase evolutiva in cui l’anima sta vivendo la sua partecipazione con il Sé, quindi una fase oggettiva e cosciente, ci parla anche, nella sua accezione, diciamo così, materiale della vita, di ambizione e di segni, più o meno marcati, che la persona è in grado di lasciare nella società, nei costumi ed eventualmente nella storia del proprio tempo. Se la Parte del Sole può essere vista come il punto in cui trovare la sostanza ovvero il materiale che serve alla propria realizzazione, e la Parte di Fortuna come il modo in cui usare questo materiale, la posizione della prima nell’artistico, estetico e selettivo Segno della Bilancia, ben si allaccia alla posizione della Parte lunare in Acquario, che è Segno anche del cinema, in ciò ben delineando il destino della persona. Per quanto riguarda gli encadrements delle due Parti, vediamo che la Parte del Sole proviene da Marte e si dirige verso il Sole, il che ci fa dire che l’anima della persona ha in sé un archetipo maschile, marziano, combattivo, arrivata a questa vita da esperienze maschili o di lotta o di soprusi; il suo “angelo custode”, il suo “maestro spirituale interiore”, è invece il Sole, principio di fiducia, di esaltazione, di riscatto. Dal canto suo, la Parte di Fortuna proviene da Urano e si dirige verso Saturno; diremo quindi che la scintilla iniziale, la mossa, il motivo della nascita, è un motivo uraniano, che può essere di rottura di certe regole, di vita che avrà un che di rivoluzionario o anticonformista, ma anche di cinema; il suo “modello naturale di comportamento”, invece, è rappresentato da Saturno, e conoscendo la vita di questa grande e affascinante attrice la cosa non desta certo stupore: definita “sfinge dal cuore di ghiaccio”, a 36 anni, all’apice del successo, si ritira dalle scene, si chiude in se stessa, non vuol vedere nessuno, vivendo in due sole stanzette nel suo appartamento di sette vani nella 52a strada a New York, preparandosi da sola i pasti frugali, fino a che, il 15 aprile 1990, giorno di Pasqua, all’età di 84 anni, chiude gli occhi per sempre.

Parte di Mercurio

Sappiamo che era un’igienista molto attenta e determinata: parca nel mangiare, si alzava presto al mattino e si coricava presto alla sera, e aveva l’abitudine di fare lunghe camminate. Questo stile di vita è possibile vederlo anche utilizzando la Parte di Mercurio, che abbiamo visto ci può dare indicazioni sugli ideali del soggetto e il conseguente stile di vita, e che qui troviamo in Sesta Casa in strettissima congiunzione al Sole virgineo, che oltre a confermare la bontà di questa Parte, ci rende edotti su una certa suscettibilità di carattere, un’eccessiva autocritica e una attenzione al particolare e alla cura del proprio fisico al limite del maniacale (gli occhiali scuri e il cappello calato sul volto per coprire le rughe quando era costretta ad uscire); Mercurio, signore della Parte, in quadratura a Giove, segnala, oltre le difficoltà nei contatti interpersonali, le chiusure e un certo sentimento d’inferiorità, anche il rapporto molto particolare con il cibo e con i piaceri della vita.

Parte di Venere

La Parte di Venere si trova in Acquario, che è sì Segno anticonformista e legato alla libertà, ma anche, essendo Segno di Saturno, a certe insicurezze e inibizioni che vengono vissute nel campo affettivo; la signoria di Urano sulla Parte potrebbe aver ragione poi di quelle note difficoltà che la Garbo aveva nei contatti con gli uomini e con la sessualità maschile (e Urano si trova in Ottava Casa, che è Casa della sessualità maschile), e alcuni dicevano che si trovava più a suo agio con le donne che non con gli uomini, e se talvolta ad essi si legava questi erano circondati da un alone di ambiguità sessuale. La quadratura della Luna e l’opposizione di Venere alla Parte rinforzano queste difficoltà relazionali ma danno anche ragione di quel fascino ambiguo, di quella speciale femminilità, che attirava gli uomini (e le donne) e che naturalmente da lei emanava.

Parte di Marte

La difficoltà di rapportarsi al maschile, forse anche derivata da quel Marte da cui la Parte del Sole “proviene” e che abbiamo visto essere l’archetipo imperante all’interno dell’animo della Garbo, è altrettanto visibile in quella Parte di Marte che qui viene a trovarsi in Ariete, Segno maschile primario, suo domicilio, quindi in una posizione estremamente forte e nel contempo delicata visto il contesto fin qui delineato. Si trova in una Casa cadente (Dodicesima), e ciò può dare frustrazioni, inibizioni, chiusure. Interessante la presenza di questa Parte nei pressi della Luna Nera e dell’Antivertex, che oltre ad avvalorare certe frustrazioni che la Garbo ha vissuto nell’espressione della propria personalità, dà ragione di quelle difficoltà che aveva nel rapportarsi serenamente al maschile, cosa peraltro visibile anche nella posizione del signore della Parte in Settima Casa in conflitto con Plutone, che ci parla di difficoltà nel rapportarsi all’altro, al maschile, alla sessualità, come anche l’incontrare uomini dalla sessualità ambigua o impotenti. Il trigono con Venere, dal canto suo, le conferiva fascino e sex-appeal e l’aiutava nell’esprimere magistralmente le proprie doti artistiche e creative che l’hanno portata al successo.

Parte di Giove

Detta anche Parte della Vittoria, significa appunto il conseguimento del successo, gli aiuti e gli onori, tutte cose che qui vediamo ben rappresentate da questa Parte situata in Decima Casa, in Acquario (sempre il cinema), in strettissima congiunzione alla Parte di Fortuna! La Parte di Giove nello stesso Segno della Parte di Venere lega indissolubilmente il successo all’amore, ciò ampiamente visibile nella vita della Garbo, a cominciare da quando, in Svezia, il suo scopritore, il regista Mauritz Stiller, le fa fare il primo film (“La leggenda di Gösta Berling”, 1924), si innamora, ricambiato, di lei, e la porta a Hollywood. Il signore della Parte di Giove in Ottava Casa pare parlarci di tristezza o di nostalgia, legando il successo all’abbandono del proprio paese; anche, la rivoluzione avvenuta nella sua vita, nata povera e arrivata al successo inaspettatamente.

Parte di Saturno

Trovandosi in Cancro in opposizione a Urano, può parlarci di difficoltà nell’espressione della propria sensibilità, della propria femminilità o del proprio senso del materno, come l’impossibilità di crearsi una famiglia, vuoi anche per una difficoltà a fidarsi del prossimo o una tendenza a isolarsi (Luna, signora della Parte, in Dodicesima Casa), alla pigrizia, all’avarizia (Parte di Saturno in Seconda Casa), alla consapevolezza di una propria vulnerabilità emotiva. E’ indice di rigidità, di controllo, di paura ad aprirsi. La Casa può diventare allora il luogo di rifugio o di espiazione, ma anche la parte non vissuta e rimpianta. L’infanzia può essere stata infelice o vissuta senza il conforto del calore materno, la crescita troppo istantanea, le responsabilità troppo precoci. La Luna in Dodicesima Casa, signora della Parte di Saturno, la fine in una clinica per problemi renali (Luna in Toro in quadratura a Venere).


Note:
  1. Giuseppe Bezza: Arcana Mundi. Antologia del pensiero antico. Milano 1995, vol II, p. 976.
  2. Robert Graves, I miti greci, Edizioni Longanesi, Milano, 1988, p.111.

Tratto dal libro:
Renzo Baldini:
Le Parti Arabe.
Pagini e Martinelli Editori, Firenze, 2001.

E'possibile ordinare questo libro al
www.renzobaldini.it

Posizioni attuali dei pianeti
22-Ott-2014, 21:45 UT/GMT
Sole29Bilancia24'39"
Luna17Bilancia43'44"
Mercurio17Bilancia33' 9"r
Venere28Bilancia47'36"
Marte27Sagittario23'41"
Giove19Leone18' 6"
Saturno22Scorpione49'53"
Urano13Ariete54'51"r
Nettuno4Pesci57'44"r
Plutone11Capricorno13'26"
Nodo vero19Bilancia18' 8"
Chirone13Pesci34'23"r
Spiegazioni dei simboli
Carta del momento
Pubblicità
Uno dei più grandi portali astrologici WWW.ASTRO.COM offre molte funzioni gratuite sulla materia. Con interpretazioni astrologiche altamente qualitative da parte di astrologi di fama mondiale come Liz Greene, Robert Hand e altri autori, molti oroscopi gratuiti ed informazioni approfondite sull'astrologia per principianti e professionisti, www.astro.com è il primo indirizzo per l'astrologia online.
Homepage - Oroscop Gratuiti - Astrodienst Onlineshop - Tutto su astrologia - Ephemeris - Autori e staff - Il Mio Astro - Accesso Atlante - Sitemap - FAQ - Forum - A proposito di Astrodienst